Confcooperative Campania rinnova le cariche sociali: “A noi il compito di risolvere i problemi collettivi”

Il congresso si terrà a Napoli il 26 marzo, presso la Stazione Marittima

0
305

Il 26 marzo si terrà a Napoli, presso il centro congressi della Stazione Marittima, l’assemblea di Confcooperative Campania, per il rinnovo delle cariche sociali.
I lavori avranno inizio a partire dalle 10 con la tavola rotonda “Lavoro comunità futuro, il valore sociale della cooperazione” a cui  interverranno il vescovo ausiliare della diocesi di Napoli Gaetano Castello; il sindaco di Napoli Gaetano Manfredi; gli assessori regionali Lucia Fortini, Felice Casucci, Mario Morcone e Nicola Caputo. L’introduzione sarà di Antonio Borea, presidente Confcooperative Campania e le conclusioni saranno di Maurizio Gardini, presidente Confcooperative nazionale.
Nel pomeriggio l’elezione dei nuovi organi dell’organizzazione che in Campania rappresenta, assiste, tutela le imprese cooperative.
“Le sfide ed il ruolo della cooperazione – dice il presidente Borea – in un momento così delicato per la società e gli assetti socio economici sono il focus della stagione assembleare, che da una parte esprime la complessità e la dignità di essere cooperatori e dall’altra propone partecipazione e soluzioni alle macro questioni delle nostre comunità. Grazie alla loro capacità di coniugare efficacemente obiettivi economici, sociali ed ecologici, le cooperative hanno il potenziale per contribuire ad alleviare e superare la crisi, indicando vie d’uscita alternative a quelle attualmente proposte. Le cooperative sono soggetti orientati a risolvere problemi collettivi e la Campania ha bisogno delle cooperative”.