Convegno “Il ddl concorrenza e la sorte dei servizi pubblici locali”: presente anche il Comitato Acqua Bene Comune

0
665

Il Comitato Acqua Bene Comune – aspettando Godot parteciperà al convegno organizzato dal forum Italiano dei movimenti per l’acqua che si terrà domani a Roma nell’aula Zuccari di Palazzo Giustiniani dal titolo “il ddl concorrenza e la sorte dei servizi pubblici locali”.
Il disegno di legge sulla concorrenza, che all’art 6 tratta dei servizi pubblici locali, sarà analizzato da giuristi e senatori perché il timore è che se non modificato riproponga la normativa che nel 2011 26 milioni di italiani hanno ritenuto di abrogare tramite referendum.
Questo del decreto concorrenza è uno dei tanti temi che fanno della gestione dell’acqua il tema da tenere sottolineato ed in grassetto sull’agenda politica soprattutto irpina.
La gestione dell’acqua da parte di un ente a piena partecipazione pubblica ed irpina è messo a grave rischio da vari ordini di problemi:
1. la situazione economico finanziaria dell’Alto Calore al vaglio del giudice fallimentare.
2. L’affidamento della gestione nell’ambito Calore Irpino, ed in molti altri campani, da parte dell’Eic.
3. La condizione posta dai bandi per i fondi del Pnrr, e non solo, che prescrive il concorso solo a gestori affidatari del servizio per un intero ambito. (Condizione per cui sono stati esclusi dall’ultimo bando del ministero delle Infrastrutture).
4. L’art 6 del ddl concorrenza.
5. L’accordo di programma tra regioni finalizzato alla regolazione del trasferimento interregionale di risorsa che sarà a breve  stipulato tra Campania e Puglia.
La politica irpina a tutti i livelli dovrà essere protagonista attiva e positiva di tutti questi temi se avrà preso contezza che l’acqua è la nostra vera e grande risorsa di cui il nostro territorio “è stato beneficato in abbondanza dal Signore”, per dirla con i vescovi irpini e sanniti, che hanno ritenuto scendere il campo sul tema.