Coronavirus, l’Avellino si ferma in attesa di indagini ulteriori

0
518

Il Covid-19 irrompe nel ritiro di Sturno dell’Us Avellino 1912. Nella giornata di ieri la società irpina ha comunicato la positività di tre elementi del gruppo squadra. Le positività sono emerse dopo il quinto ciclo di tamponi orofaringei. “Si tratta di tre asintomatici, immediatamente isolati alla notizia della positività e costantemente monitorati dallo staff medico del club. La società ha posto in isolamento fiduciario, fino all’esito dei dovuti accertamenti, coloro i quali sono stati più a stretto contatto con i positivi – si legge nel comunicato della società biancoverde – Tutte le attività della prima squadra sono state momentaneamente sospese. Il club ha già attivato le procedure previste dalla normativa, compresa la sanificazione delle aree comuni”. Resta da comprendere come il “nemico invisibile” possa aver valicato il quartier generale di Sturno visto i rigidi protocolli sanitari adottati dalla società. Non è escluso, ovviamente avvalendosi del beneficio del dubbio, che il mini-focolaio si è attivato in seguito all’arrivo in città del difensore croato Mario Nikolic. Il calciatore prelevato dalla Dinamo Zagabria, prima dell’arrivo in città, è risultato positivo al Covid-19 in Croazia. Dopo un primo tampone negativo è partito alla volta dell’Italia con destinazione Avellino. Una volta giunto in Italia, Nikolic, sembra essere risultato nuovamente positivo. Dalla società non è giunto nessun comunicato, ma il calciatore ormai da mercoledì scorsa è in quarantena presso un’abitazione di Atripalda. Da qui la probabile trasmissione del virus nel tratto da Capodichino ad Avellino. Nel comune di Sturno e nei paesi limitrofi un po’ di paura c’è. Il primo cittadino della altairpina ha invitato a chi nei giorni scorsi è stato a contatto con i calciatori, l’occasione c’è stata visto le conferenze stampa organizzate dal club, a sottoporsi al tampone. Nei prossimi giorni la squadra ripeterà il ciclo di tamponi per fare il punto della situazione, ma soprattutto valutare o meno la ripresa degli allenamenti.