Corte dei Conti, il Procuratore Giuseppone: “Aumentano le denunce dei privati cittadini”

0
483

“Nell’arco del 2023 abbiamo emesso 84 atti citazione e contestato danni erariali per oltre 26 milioni di euro”. Sono alcuni dei dati sull’attivita’ della Corte dei conti della Campania, forniti dal procuratore regionale, Antonio Giuseppone, nel corso della conferenza stampa convocata alla vigilia dell’inaugurazione del nuovo anno giudiziario.

Tra le fattispecie di reato riscontrate con maggior frequenza, Giuseppone inserisce “la gestione dei fondi comunitari e regionali. E’ un settore – spiega – in cui il nostro intervento non e’ una novita’. Non so se e’ corretto parlare di emergenza, ma e’ un settore delicato e particolarmente sensibile, nel quale la nostra attenzione viene piu’ spesso esercitata”. Nel 2023 ci sono stati, inoltre, numerosi atti di citazione su “privati cittadini che hanno percepito indebitamente il reddito di cittadinanza. Abbiamo depositato numerosi atti – sottolinea Giuseppone – su persone che, dichiarando il falso, avevano indotto l’Inps in errore, erogando contributi a misura di sostegno non dovuta”. Un altro settore, nell’ambito dell’indebita percezione di contributi pubblici, e’ quello delle “misure di sostegno con garanzie statali per l’erogazione di fondi pubblici legati alla pandemia da Covid-19. Abbiamo verificato casi di piccoli imprenditori che, dichiarando il falso, hanno indebitamente percepito somme, sulle quali, essendoci la garanzia statale, gli istituti di credito privati non fanno alcun tipo di controllo”, aggiunge il procuratore regionale della Campania. Sul versante della sanita’, Giuseppone fa una doverosa precisazione. “Noi – chiarisce – per nostra funzione, ci occupiamo solo di fattispecie concrete. Se dovessi valutare lo stato di salute della sanita’ pubblica solo dagli atti di citazione che emettiamo, dovrei dire che la situazione in Campania non e’ ottimale, ma sarebbe un giudizio parziale, quindi non mi sento di fornire una risposta precisa e puntuale a questa domanda”. Nel 2023, comunque, “nell’ambito del settore sanita’ – aggiunge – abbiamo accertato plurimi casi di liquidazione di fatture per prestazioni non eseguite”.

Infine  il procuratore regionale della Corte dei conti della Campania, Giuseppone si sofferma sulle polemiche legate ai manifesti contro il Governo commissionati dalla Regione Campania e pagati con i fondi destinati alla comunicazione, che hanno portato il centrodestra ad annunciare anche un ricorso alla magistratura contabile per valutare un possibile danno erariale. “Abbiamo letto la notizia ed e’ una notizia che ha destato il nostro interesse. Ho letto che si starebbe preparando un esposto da parte di consiglieri della minoranza, indirizzato alla Procura regionale e se cosi’ fosse, come con tutti gli esposti che ci pervengono, lo valuteremo con la massima attenzione e serenita. Qualora dovessi individuare un danno specifico e concreto – aggiunge Giuseppone – avrei la possibilita’ di aprire un’istruttoria, a prescindere da quello che potrebbe essere il finale di questo ipotetico fascicolo. Senza entrare nel merito della questione, effettivamente la notizia l’abbiamo appresa anche noi e faremo le nostre riflessioni e valutazioni e decideremo cosa fare”.