Da Confesercenti ai candidati sindaci: lavorate al rilancio del commercio

Marinelli: auspichiamo una campagna elettorale che metta al centro dell'attenzione le questioni della comunità

0
243

«A tutti i candidati sindaci dei 17 Comuni irpini al voto chiediamo attenzione sul tema del rilancio del commercio, del terziario e delle attività produttive del territorio». Così Giuseppe Marinelli, presidente della Confesercenti provinciale di Avellino.

«I problemi dell’economia locale – prosegue il dirigente dell’associazione di categoria – richiedono risposte concrete e congiunte da parte di tutti i livelli istituzionali e la condivisione di una strategia complessiva di intervento, che consenta il superamento dei problemi socio-economici strutturali del territorio e di archiviare la lunga crisi che si registra da anni in tutti i settori, a cominciare dal Commercio, con l’obiettivo di avviare concretamente una fase di sviluppo del territorio. Occorrono però interventi ed iniziative mirate, che vadano in una direzione precisa: la valorizzazione delle risorse dell’Irpinia, la modernizzazione del sistema economico locale, la tutela di negozi e servizi di prossimità e più in generale delle piccole attività, utilizzando tutte le opportunità e le risorse offerte dagli strumenti di programmazione regionali, nazionali ed europee. Un passaggio fondamentale che non può prescindere da un lavoro collegiale delle amministrazioni comunali, che sono chiamate a sciogliere con urgenza nodi importanti, diventando protagoniste di tali processi».

«La Confesercenti –  conclude Marinelli – è come sempre pronta al dialogo, anche attraverso il confronto con tutte le forze sociali e gli organismi intermedi, per rappresentare esigenze e criticità del comparto e soprattutto per dare un contributo in termini di proposte e soluzioni ai problemi, sulla scorta di una pluriennle esperienza maturata sul campo. Auspichiamo quindi una campagna elettorale che metta al centro dell’attenzione le questioni della comunità e che guardi con responsabilità al futuro».