D’Agostino: “Ringrazio chi mi ha votato, il mio impegno non finisce qui”

0
773

“Il primo dovere di chi è politicamente impegnato è di
rispettare la volontà degli elettori. Perciò ringrazio tutti, sia quelli
che mi hanno dato il loro consenso, sia quelli, in maggioranza, che hanno
scelto di farsi rappresentare in Parlamento da altri candidati. Dico subito
che il mio impegno per il territorio irpino di certo non finisce qui.
Intendo, anzi, continuare in modo addirittura più intenso, ammesso pure che
sia possibile rispetto a quanto ho già potuto fare. L’obiettivo è di
contribuire a creare un futuro migliore per le nuove generazioni, fondando
l’impegno sulla concretezza e non sulle promesse.” Lo afferma il deputato
Angelo Antonio D’Agostino.

“Nelle prossime settimane – aggiunge – sarà opportuno interrogarci con
serietà, e direi con estremo rigore, sugli errori commessi dal
centrosinistra, non solo a livello nazionale, ma anche locale. Gli
interrogativi, a mio avviso, dovranno essere essenzialmente due: 1) perché
non siamo stati capaci di comunicare efficacemente tutto quanto è stato
fatto per l’economia meridionale; 2) perché non siamo riusciti a persuadere
i cittadini circa la bontà della nostra azione governativa.”

“Nei cinque anni della legislatura, ho ripetutamente chiesto al Governo di
affrontare la questione meridionale in termini concreti ed incisivi. I dati
raccontano che ci sono stati significativi processi di sviluppo.
Evidentemente, però, ciò non è stato sufficiente per far rientrare la
disoccupazione, in particolare quella giovanile, in misura soddisfacente; e
a contenere, dunque, anche il gravissimo stato di sofferenza nel quale
versano tantissime famiglie irpine. Non si tratta di un mea culpa, ma del
doveroso rilievo delle difficoltà oggettive che si sono frapposte ad un più
spedito raggiungimento degli obiettivi. Non possiamo dimenticare al
riguardo, infatti, che soltanto da pochissimo tempo anche il Mezzogiorno
d’Italia è uscito dalla fase recessiva. Voglio dire che i risultati
dell’azione di governo, anche nel Mezzogiorno, si potranno apprezzare in un
futuro non lontano. ”

“I nostri elettori – prosegue D’Agostino – hanno legittimamente scelto di
affidarsi a coloro che, pur non indicando le coperture, hanno fatto
promesse accattivanti. Una per tutte, il reddito di cittadinanza. Confesso
il mio scetticismo al riguardo, sia come imprenditore che come persona
impegnata in politica, seppure non professionista della politica. Credo,
infatti, che la strada per combattere la disoccupazione sia quella di
creare posti di lavoro attraverso politiche concrete di investimenti nei
settori giusti. Non avremo posti di lavoro stabili in Italia, e nel
Mezzogiorno in modo particolare, se il tessuto produttivo non sarà messo
nelle migliori condizioni di competitività con i sistemi degli altri paesi
europei. Per questo e per gli altri obiettivi che 5 anni fa mi fecero
aggiungere ai miei impegni imprenditoriali anche quello politico,
continuerò con ferma volontà ad essere presente a sostegno delle legittime
aspettative della mia terra e della mia gente.”

“Intanto auguro buon lavoro agli eletti, con l’auspicio sincero che possano
produrre fatti concreti per la nostra provincia. Mi consento, infine, di
suggerire al centrosinistra irpino di rimboccarsi le maniche in vista dei
prossimi impegni, primo tra tutti la necessità di dare al Comune Capoluogo
un’amministrazione operosa e politicamente stabile.”