Dalla Cgil Avellino piena solidarietà alla dirigente del liceo Da Vinci: una manifestazione in difesa della scuola e della Costituzione

0
530
Arriva dalla Flc Cgil di Avellino piena solidarietà alla dirigente scolastica del liceo Da Vinci di Firenze Annalisa Savino, dopo le dure accuse del ministro Valditara per la sua lettera a seguito dell’aggressione davanti al liceo Michelangiolo da parte di esponenti di Azione studentesca. Una lettera in cui la preside poneva l’accento sulla necessità di difendere la democrazia da ogni forma di fascismo strisciante. Il ministro aveva bollato la sua lettera come “un atto di propaganda”. “I rappresentanti delle Rsu delle scuole fiorentine hanno inviato un appello a FLC CGIL, Cisl Scuola e Uil Scuola Rua, nonché alle realtà democratiche e antifasciste, per chiedere l’indizione di una grande manifestazione a difesa della scuola e della Costituzione. Di qui la volontà – si legge nella nota Cgil – di raccogliere questo appello e aderire alla manifestazione del 4 marzo, che si terrà a Firenze, insieme a tutte le realtà democratiche e antifasciste”.
Nelll’appello ricevuto dalle Rsu delle scuole di Firenze si legge “Crediamo di interpretare il sentire delle lavoratrici e dei lavoratori che ci hanno elette, esprimendo la nostra grande preoccupazione per i fatti avvenuti recentemente: prima l’aggressione di matrice neofascista agli studenti del Liceo Michelangiolo di Firenze, che ricordano i momenti più bui della nostra storia recente; poi le inaccettabili parole del Ministro Valditara, il quale, invece di condannare la violenza squadrista, si è scagliato contro la Dirigente del Liceo Scientifico Leonardo da Vinci, attaccandola per aver invitato la propria comunità scolastica a vigilare contro il ritorno di ideologie violente e totalitarie, attaccando così di fatto la stessa libertà di pensiero e di espressione.
Noi crediamo nel valore della Scuola Statale di questa Repubblica e, poiché sappiamo quanto l’indifferenza sia un male silenzioso che mina alle fondamenta la democrazia, vogliamo reagire e chiediamo alle organizzazioni sindacali e a tutte le realtà democratiche e antifasciste di questa città e di questo Paese di schierarsi al nostro fianco.
Chiediamo pertanto che venga indetta quanto prima nella nostra città una grande manifestazione unitaria in difesa della Scuola e della nostra Costituzione”