De Vito (Fs): ferrovia Eboli-Calitri, idea valida

0
625
Domani a Pescopagano l’incontro tra Governo, Regioni, Comuni e Comitato

ALTA IRPINIA– «Domani sarò a Pescopagano, andrò ad ascoltare le proposte che verranno presentate». Carlo De Vito, Presidente di FS Sistemi Urbani, si dice interessato al progetto che sta prendendo sempre più corpo. Lo fa alla vigilia dell’incontro che il Comitato per la Ferrovia Eboli-Calitri-Pescopagano ha programmato assieme al Comune di Pescopagano, a partire dalle 18, presso la Fondazione “G.Orlando” in corso Umberto. Un progetto, questo della ferrovia, che fino ad oggi ha incontrato molti favori e molto interessamento, ai vari livelli istituzionali. «Ogni idea deve essere verificata – continua De Vito- né tantomeno la si può definire subito “fantasiosa”.

Era fantasiosa anche l’idea di riaprire la Avellino-Rocchetta. E invece, grazie ai fondi per il turismo, quell’idea è stata finanziata, e oggi è una realtà». Quanto alla Eboli-Calitri, «tutte le proposte sono realizzabili in termini infrastrutturali – continua De Vito- Certo, bisogna stabilire quanto costa e a che cosa porta, ma sono aspetti che valuteranno i tecnici – incalza l’amministratore delegato di Fs Sistemi urbani – come è da apprezzare quanto sta facendo il portavoce del comitato, l’ex sindaco di Contursi, Giacomo Rosa, che si interessa del suo territorio e lo pone a livello di comunicazione».

Fin qui l’ingegnere De Vito, alla vigilia dell’incontro a Pescopagano, dove si terrà la conferenza indetta sul progetto della linea ferroviaria “per unire il mar Tirreno all’Adriatico ripercorrendo la Strada del Grano”. A fare gli onori di casa il sindaco di Pescopagano, Giovanni Carnevale, la cui Amministrazione ha presentato la scheda per il finanziamento al progetto di fattibilità al Cis Basilicata, il Tavolo sul contratto istituzionale di Sviluppo insediato lo scorso febbraio a Palazzo Chigi e che porterà all’approvazione definitiva dei progetti proposti da Comuni, associazioni, imprese, consorzi. Si partirà da questo punto fermo, domani, ma anche dalle disponibilità acquisite da parte delle due Regioni, Campania e Basilicata. Ricordiamo che per questo progetto, che riguarda 38 Comuni, sono stati coinvolti il ministro per il Sud Giuseppe Provenzano, l’eurodeputato Andrea Cozzolino, le Curie arcivescovili di Salerno, Melfi e Sant’Angelo dei Lombardi. Il progetto è stato consegnato nelle mani del governatore Vincenzo De Luca.

Domani saranno a Pescopagano, oltre a Carlo De Vito, Rosetta D’Amelio, presidente del Consiglio regionale, Vincenzo Marrazzo, presidente dei distretti turistici Campania, Gerardo Capozza, consigliere per il Sud del presidente Conte, Mario Poles, vicepresidente del Consiglio regionale Basilicata, Vito De Filippo, membro della Camera dei deputati, Gianluca Carrabs, amministratore Svim, Giacomo Rosa, comitato Eboli-Calitri, e i sindaci di Eboli, Massimo Cariello, Melfi, Livio Valvano, Calitri, Michele Di Maio. Ha annunciato la sua partecipazione anche l’ex ministro delle Politiche agricole e forestali, Alfonso Pecoraro Scanio: ritiene che l’opera si inserisca a pieno titolo in un discorso di sviluppo nel rispetto dell’ambiente.

Il Quotidiano del Sud