Domeniche ecologiche: buon riscontro ad Atripalda

0
619

 

Successo per l’iniziativa “domeniche ecologiche” con la chiusura al traffico di Piazza Umberto I, voluto dall’assessorato all’ambiente del comune di Atripalda. Entusiasmo da parte dei cittadini residenti che hanno accolto con grande favore la possibilità di poter passeggiare liberi dallo smog e dallo stress acustico delle automobili, soddisfatti soprattutto per lo spazio lasciato a disposizione per i bambini e per le biciclette, libere di scorrazzare senza pericoli e senza intralciare il passaggio dei pedoni. Le difficoltà riscontrate sul versante piano traffico, deliberato dalla giunta comunale in accordo col Comando dei Vigili Urbani, saranno presto risolte. Per le domeniche successive saranno, infatti, segnalati meglio i diversi parcheggi disponibili nelle zone adiacenti l’area chiusa al traffico (come quello della Villa Comunale) e la possibilità di accedere a rampa San Pasquale sia per parcheggiare che per proseguire verso via Melfi.
Buona accoglienza anche da parte dei gestori delle attività commerciali che insistono nell’area. Nonostante le iniziali titubanze e qualche lamentela dovuta proprio ai parcheggi, l’iniziativa è stata valutata successivamente come una grande opportunità. Molte attività commerciali infatti hanno prontamente colto l’occasione per organizzare spettacoli con clown, palloncini e popcorn da regalare ai bambini.
Possiamo ritenerci soddisfatti per questo primo esperimento. E’ chiaro che tutte le osservazioni raccolte, nei prossimi giorni, saranno portate al vaglio della giunta comunale insieme ad un calendario di iniziative che insieme alle associazioni si realizzeranno nelle prossime domeniche. Saremo, come sempre, disponibili al confronto per migliorare. Contributi validi sono giunti anche da qualche consigliere di minoranza, Pacia in primis, il quale oltre ad una modifica del piano traffico, ipotizzava la possibilità di estendere la domenica senza auto anche a Via Roma. Per quanto ci riguarda, l’obiettivo è stato raggiunto. Siamo riusciti a dare un segnale importante, a dimostrare ai cittadini che senza auto al centro si può stare e stare meglio. Vorrei ricordare quando ad Avellino l’amministrazione Galasso deliberò di pedonalizzare per 7 giorni su 7 e 24 ore su 24 il salotto buono della città, corso Vittorio Emanuele: si scatenarono una serie di polemiche che si assopirono rapidamente. Oggi è sotto gli occhi di tutti come tale intuizione fu un successo, il corso soprattutto la domenica è stracolmo di gente e negli anni c’è stato un fiorire di attività. L’obiettivo principale resta quello ambientale e disincentivare l’utilizzo dell’auto, utilizzando mezzi alternativi. Nella medesima direzione, si inserisce l’iniziativa di istituire un servizio di bike sharing, che l’amministrazione comunale nel prossimo futuro metterà a disposizione dei cittadini con biciclette che potranno essere noleggiate ad un prezzo simbolico. Insomma per i più pigri un invito ulteriore ad attivarsi. L’inquinamento atmosferico non lo si riduce con gli slogan ma con iniziative fattive che per definirsi successo, hanno bisogno della collaborazione di tutti.


Antonio Prezioso
Assessore all’Ambiente

. I metalmeccanici Irpini raggiungeranno il capoluogo della Regione Campania dove si terrà la manifestazione e gli interventi dei Segretari Regionali e nazionali di FIM FIOM UILM a Piazza dei martiri.
Federmeccanica e Assistal hanno ribadito anche nei recenti incontri le proprie posizioni, impedendo così l’avvio di un vero negoziato.
Riteniamo un errore tali posizioni in quanto si mette in discussione contemporaneamente il modello contrattuale fondato su due livelli contrattuali ed il ruolo del Contratto nazionale quale reale strumento di tutela dei salari e dei diritti di tutti i lavoratori.
Dopo sei mesi di trattativa la controparte rimane ferma allo schema proposto lo scorso 22 Dicembre, secondo cui il Ccnl non riconosce più alcun aumento salariale alla stragrande maggioranza dei lavoratori e addirittura penalizza coloro che hanno svolto la contrattazione nei luoghi di lavoro.
Il nostro obiettivo rimane quello di riaffermare un Contratto nazionale che garantisca il potere di acquisto del salario per tutti i metalmeccanici, che qualifichi le relazioni industriali, estenda la contrattazione di secondo livello, migliori le condizioni di lavoro attraverso l’introduzione di nuovi diritti di formazione, welfare e partecipazione e valorizzazione delle professionalità per tutti e tuteli tutte le forme di lavoro e l’occupazione.
I Segretari di FIM FIOM UILM comunicano inoltre che il giorno 14 Giugno p.v. alle ore 10 insieme alla UGLM hanno proclamato un’assemblea sindacale con i lavoratori presso lo stabilimento Industria Italiana Autobus di Valle Ufita per concordare le azioni da mettere in campo per uscire da questo stato di stagnazione.
Stiamo chiedendo con insistenza un incontro con la proprietà per iniziare a discutere di piano industriale e di tempi di realizzazione dello stesso, e nonostante gli impegni assunti da tutti coloro che hanno partecipato all’incontro ministeriale, si nota soprattutto da parte delle Istituzioni una sorta di lassismo che non ripone fiducia nelle aspettative e nel progetto annunciato a Roma presso il Ministero dello sviluppo economico.
La stanchezza dei lavoratori rispetto agli impegni che fanno fatica a decollare è evidente, e per questo richiameremo con forza ognuno alle sue responsabilità perché lo stabilimento di Valle Ufita deve ripartire, ad ogni costo.

I Segretari provinciali di FIM FIOM UILM Luigi Galano – Sergio Scarpa – Gaetano Altieri