Due gol nel recupero, vittoria di cuore per i lupi

0
1245

Il “Partenio Lombardi” è teatro dell’ultima partita stagionale casalinga dell’Us Avellino: 3-1 per gli uomini di Ezio Capuano che, seppur nel finale, riescono ad avere la meglio sull’ottima Sicula Leonzio di mister Giovanni Bucaro, protagonista della vittoria di campionato e scudetto lo scorso anno proprio con i biancoverdi e grande ex del match.

Mister Capuano è costretto a fare i conti con una settimana difficile in termini di acciaccati ma, tranne lo squalificato Illanes, li recupera tutti in extremis e ripropone il 3-4-3 che tanto ha fatto bene nelle ultime uscite. Zullo sostituisce Morero, alle prese con i postumi di una forte contusione al ginocchio, mentre in attacco il tridente è composto da Charpentier affiancato da Micovschi e Karic.

In avvio è la Sicula Leonzio a pressare, tanto da procurarsi due corner di fila, ma è Fabiano Parisi a cambiare completamente l’inerzia del match: il pendolino dei lupi sfrutta una palla in area e, liberatosi di Nordi, segna l’1-0 a porta spalancata. Dopo il goal l’Avellino comincia a gestire la gara e Parisi ha anche la palla del 2-0, ma sbaglia.

Alla mezz’ora grande paura per i lupi: Gabriel Charpentier è costretto a lasciare il campo in barella a seguito di uno scontro di gioco.

Due minuti dopo la Sicula, nel silenzio preoccupato del Partenio, trova il pari con un gran colpo di testa di Scardina dal limite dell’area.

Sul finire del primo tempo Micovschi ha la palla del raddoppio ma Nordi è eccellente nell’opporsi.

Nella ripresa la Sicula preme sull’acceleratore ma dopo un quarto d’ora la partita si assesta sui binari dell’equilibrio.

Capuano cambia la mediana inserendo Silvestri e Rossetti, mentre l’arbitro annulla giustamente un goal ad Alfageme  per fuorigioco. Al 90′ inoltrato è Diego Albadoro a regalare i 3 punti all’Avellino: cross preciso di Micovschi dalla fascia sinistra e colpo di testa vincente del numero 11 sul secondo palo.

Dopo il 2-1 Luis Maria Alfageme sigilla il match con una cavalcata dopo un calcio d’angolo della Sicula: 3-1 ed i lupi si riportano nuovamente in orbita playoff.

“Abbiamo giocato benissimo fino al nostro goal – ha dichiarato Capuano – poi siamo stati un po’ condizionati anche dall’infortunio di Charpentier. Dopo il pari la Sicula è venuta fuori bene ma la mia squadra ha dimostrato di voler vincere ed alla fine abbiamo ottenuto il bottino pieno. Charpentier? Sono preoccupato, ne sapremo di più in settimana”.

“Forse nessuno si aspettava tre successi in fila – ha dichiarato Di Paolantonio, alla sua presenza numero 200 in C – però siamo stati bravi ed alla fine ci godiamo il momento, senza montarci la testa e pensando già al prossimo match”.

Tabellino

Avellino-Sicula Leonzio 3-1

Marcatori: 14′ pt Parisi, 32′ pt Scardina, 46′ st Albadoro, 50′ st Alfageme.

Avellino (3-4-3): Tonti; Njie, Zullo, Laezza; Celjak, De Marco (30′ st Rossetti), Di Paolantonio (28′ st Silvestri), Parisi; Micovschi, Charpentier (33′ pt Albadoro), Karic (1′ st Alfageme).

A disp.: Pizzella, Abibi, Morero, Carbonelli, Evangelista, Acampora, Petrucci.

All.: Capuano.

Sicula Leonzio (4-3-3): Nordi; De Rossi, Sosa, Petta, Sabatino; Palermo, Esposito (35′ st Bollino), Maimone; Bariti (35′ st Megelaitis), Scardina (16′ st Lescano), Sicurella (16′ st Grillo).

A disp.: Governali, Polverino, Tafa, Cozza, Vitale, Ripa, Terranova.

All.: Bucaro.

Arbitro: Pashuku di Albano Laziale.

Assistenti: Politi di Lecce e Pintaudi di Pesaro.

Ammoniti: 30′ pt Charpentier, 39′ pt Sabatino, 48′ pt Sicurella, 38′ st Maimone (gioco scorretto); 39′ pt Esposito, 24′ st Alfageme, 29′ st Celjak (comportamento non regolamentare);

Recupero: 3′ pt e 4′ st.

Spettatori 3.750 (abbonati 2.952);