Elezioni amministrative Avellino, il Pd si ricompatta e si mobilita per l’investitura a De Maio

0
716

Un vertice per ritrovare l’unità in vista dei prossimi passaggi elettorali. Questo l’obiettivo dell’incontro tenuto,  oggi pomeriggio, presso la sede provinciale del Partito Democratico di Avellino.  La segreteria Provinciale, insieme ai riferimenti delle diverse sensibilità del Partito Democratico, si è riunita, per condividere il risultato della costruzione del campo largo, che ha individuato l’avvocato Benny De Maio come candidato sindaco di Avellino. Dall’incontro di oggi a cui hanno preso parte,  il senatore Vincenzo De Luca, il consigliere regionale  Maurizio Petracca,   il segretario Provinciale Nello Pizza, la coordinatrice Enza Ambrosone, i vice Vittorio Ciarcia e Adriana Guerriero, il presidente Gerardo Capodilupo, la responsabile Donne Antonella Esperto, i referenti per l’area Schlein Antonio Gengaro e Lello De Stefano e il consigliere comunale  Nicola Giordano, il partito  professa unità.Per l’autorevolezza e l’alto profilo del candidato, fa sapere la segreteria provinciale –  per il valore dell’alleanza del fronte progressista, il partito è fortemente e convintamente impegnato e mobilitato». Il focus degli interventi è stato aperto da Pizza, che ha invocato ” un’ unità sostanziale e non di facciata, vista l’imminente presentazione e del candidato Benny De Maio e del programma scritto con gli alleati del “campo largo”, M5s, Sinistra Italiana, Si Può, App e Controvento”.

Tra le personalità invitate a prendere parte all’incontro  anche il presidente della Provincia, Rizieri Buonopane, che negli ultimi mesi ha avuto con la segreteria provinciale un rapporto non decisamente idilliaco. Anzi il confronto è stato a tratti aspro, soprattutto  in occasione delle recenti elezioni provinciali. Ma dall’incontro di oggi l’appello all’unità di cui si è fatto portavoce l’ex senatore De Luca non sembra essere caduto nel vuoto.  De Luca in un lungo discorso ha  sottolineato l’importanza di superare “questa fase di emergenza in vista delle elezioni Europee  ed amministrative, a cui il partito  deve prepararsi  accantonando le logiche dei personalismi e dell’odio personale che appartengono al centrodestra”.

“Il partito deve recuperare- ha rimarcato De Luca –  la sua legittimità puntando sui contenuti, sui programmi e le istanze dei cittadini trascurate dal centrodestra. Un partito che  è  al governo della Regione  Campania e della Provincia di Avellino  deve ritrovare unità e responsabilità  ed essere in grado di  fornire risposte  concrete ai cittadini. Senza unità e responsabilità non si possono  formulare soluzioni per  le vertenze  come  quella Asidep e affrontare la questione della legalità, sollevata dal Procuratore  della Repubblica Airoma. Il Pd non può farsi trovare impreparato di fronte a queste scadenze  elettorali,  che possono garantire al Partito di recuperare la propria legittimità  in Campania”. Sulla stessa lunghezza d’onda anche Gengaro, che ha ribadito “l’importanza di ritrovare l’unità  ed evitare le tensioni per dare forza ad un campo largo che ha le carte in regola per giocarsi la partita  per la guida del comune capoluogo”.

Un clima di rinnovata concordia, quello emerso nel corso della serata ,dopo gli scontri aperti delle scorse settimane tra il presidente Buonopane e il consigliere Petracca. Nessuno dei due, ad ogni modo, è intervenuto al dibattito.

Intanto la segreteria provinciale convocherà, nei prossimi giorni, gli organismi dirigenti per affrontare il tema delle elezioni Europee e delle amministrative negli oltre 40 comuni che andranno al voto nella prossima primavera.

Michela Della Rocca