Emozioni d’Irpinia, Celli: la sfida è imparare a guardare questa terra con occhi diversi

0
298

“La sfida è sempre la stessa. Provare a guardare questo territorio in maniera diversa. Queste immagini dimostrano che è possibile”. Lo sottolinea Francesco Celli nel presentare l’undicesima edizione del calendario “Emozioni d’Irpinia” presso l’istituto agrario De Sanctis. A fare gli onori di casa il dirigente dell’agrario De Sanctis Pietro Caterini, premiato dall’associazione per il suo impegno a favore dell’Irpinia, che sottolinea la volontà di fare della scuola strumento per far conoscere il territorio alle nuove generazioni. “Cerchiamo di promuovere da undici anni le eccellenze del territorio – sottolinea Francesco Celli – Mai come quest’anno abbiamo ottenuto un record, con 1650 foto partecipanti. E’ un dato importante che ci fa capire come il concorso sia ormai un riferimento per il territorio. Cominciamo a raccogliere i frutti del nostro lavoro. La nostra terra è un patrimonio straordinario. Ed è sorprendente constatare come ciascuno consegni un’immagine diversa dell’Irpinia. Il nostro è un piccolo contributo per non farla morire, perchè sempre più giovani scelgano di restare. La fotografia è più veloce delle parole, arriva al cuore in maniera forte e immediata. Il voto della giuria si associa a quello del pubblico”

L’incontro, condotto da Francesco Celli e Antonella Carullo, è stata l’occasione per presentare le 12 immagini vincenti che hanno conquistato Giuria Tecnica e Giuria Emozionale: Pasquale Battaglia con due immagini dedicate al Loreto e alla Basilica di Prata, Angelo Capone per la foto dedicata al santuario di San Francesco a Folloni, Simone Castellano per l’immagine dedicata al Laceno, Pietro Pio Ciampa per la foto dedicata alla tirata del carro, Cristina Crati per la foto della Dogana Aragonese di Flumeri, Cristina Garofoli per l’immagine di Paternopoli,  Sofia Minichiello per la foto del Ponte Principe di Lapio, Gerardo Marena che racconta con il suo obiettivo un vicolo in pietra di Taurasi e il lago artificiale alla frazione Calore, Andrea Emmiddio Polcaro per l’immagine di Verteglia, Ambra Tartaro per la foto dedicata al castello di Taurasi. A risultare vincitori Pietro Pio Ciampa al primo posto, secondo posto per Pasquale Battaglia, terzo posto per Cristina Crati. Premio Like a Cristina Garofoli e premio tradizione a Matilde Coppola. E’ poi, Dario Bavaro a proporre un viaggio attraverso le meraviglie di Irpinia con la sua lettura emozionale delle foto premiate “poichè è importantissimo, oggi più che mai, non perdere le proprie radici”

E dopo 11 edizioni del concorso fotografico,  Emozioni d’Irpinia si trasformerà in una mostra che sarà inaugurata al Palazzo Abbaziale del Loreto, a Mercogliano, il 15 dicembre. Un traguardo reso possibile dal sostegno dell’Abate e del Santuario di Montevergine, Riccardo Guariglia.