Entusiasmo e partecipazione al Premio Letterario Nazionale “L’Inedito – sulle tracce del De Sanctis”

0
1061

L’Auditorium di Andretta, con la presenza del sindaco Michele Miele e dell’assessora alla cultura Sara Guglielmo, ha ospitato la cerimonia di premiazione della XV edizione del Premio Letterario Nazionale  “L’Inedito – sulle tracce del De Sanctis”. Della provincia di Avellino, hanno partecipato i comuni di: Ariano Irpino, Bisaccia, Cairano, Calitri, Grottaminarda, Lacedonia, Lioni, Monteverde, Morra de Sanctis, Sant’Andrea di Conza, Sant’Angelo dei Lombardi, Torella dei Lombardi, Zungoli e le varie Associazioni e Pro Loco.

I presenti hanno assistito ad un “viaggio culturale” nell’Irpinia del De Sanctis tra poesia, racconti, romanzi, teatro, il tutto accompagnato dalle note della Banda Musicale di Andretta.

Durante la serata, condotta dal giornalista Enzo Costanza e la scrittrice Paola Pepino, oltre al conferimento di ben 34 premi, ci sono stati momenti di alto spessore culturale a partire dall’omaggio a Franco Dragone, show maker, direttore artistico e regista teatrale, al ricordo del professore e poeta Alfonso Nannariello, ai quali sono stati dedicati dei premi speciali. Durante tutta la serata si poteva assistere alla mostra del prof. Enzo Angiuoli e ascoltare l’interessante lettura del De Sanctis e Pasolini a cura del prof. Angelo Favaro.

Ad affiancare il patron della manifestazione Silvio Sallicandro, due noti scrittori irpini: Pasquale Gallicchio, direttore artistico e Domenico Cipriano, coordinatore della manifestazione.

Dietro alla cerimonia di premiazione, come ogni anno, ci sono mesi di intenso lavoro da parte delle giurie, divise per settore e, come afferma Silvio Sallicandro, organizzatore della manifestazione e fondatore della casa editrice Delta 3:

“Dall’inizio ad oggi, abbiamo lavorato sempre con lo stesso entusiasmo, correva l’anno 1997 e sulle tracce di Francesco De Sanctis iniziavamo a percorrere quel viatico che in 15 edizioni ha visto il Premio l’Inedito prima a Carife, poi a Lacedonia e per la XV edizione ad Andretta parlare di inediti, che sono diventati libri. I libri ci hanno fatto abitare luoghi e abbiamo risposto senza esitazione ai ripetuti richiami che sono diventati incontri magici. Abbiamo dato voce ai sogni, con la luce delle idee, sottraendo ombre. Abbiamo sempre trovato nei libri stimoli per nuove idee e dietro i libri persone, luoghi, profumi. E dunque noi siamo diventati i titoli che produciamo e distribuiamo. Il fiume della creatività umana trova la sua foce espressiva in un “delta” ricchissimo di rivoli. Il Premio l’Inedito è come un postino che porta all’indirizzo dei lettori le “belle lettere” scritte da altri”.

 

Pasquale Gallicchio, direttore artistico, conosciuto per la valorizzazione del territorio, attraverso i suoi romanzi, aggiunge: “Si prova una grande soddisfazione quando si pensa a un evento e poi si arriva a realizzarlo. Noi, grazie alla squadra che abbiamo messo in campo, siamo riusciti in questo. Abbiamo cercato di donare alla nostra terra un atto concreto di attenzione e amore, perché l’Irpinia ha bisogno di anche di questo: una forte crescita culturale che possa nutrire nuove coscienze.
La partecipazione degli autori da diverse parti della regione Campania e dall’Italia, il lavoro certosino delle giurie hanno permesso di tagliare un traguardo importante. Inoltre, la particolarità di questo premio è che non si è chiuso con l’appuntamento di Andretta, perché grazie alle amministrazioni che hanno partecipato sarà itinerante con manifestazioni che si terranno nei diversi comuni irpini. In sintesi, mi sento di dire che tramite il premio abbiamo cercato di donare all’Irpinia un atto concreto di amore e dai primi riscontri posso affermare che è stato molto apprezzato”.

 

Per concludere, i ringraziamenti del poeta Domenico Cipriano, coordinatore della manifestazione:
“Dietro questa edizione c’è stata una macchina organizzativa ambiziosa e complessa, con ben 4 sezioni, 34 riconoscimenti, 24 giurati coinvolti e centinaia di partecipanti. Sono felice di averne fatto parte, aiutando ad indirizzare e far incontrare le diverse esigenze per la realizzazione del premio: le idee stimolanti del patron del premio Silvio Sallicandro, le scelte del Direttore Artistico Pasquale Gallicchio, le richieste delle giurie nonché le esigenze pratiche del Sindaco di Andretta Michele Miele e dell’Assessora alla Cultura Sara Guglielmo, anche in rappresentanza degli altri comuni coinvolti.
Un grazie va ai tanti che ancora credono nella cultura come strumento per dare voce ad un territorio e alimentano iniziative con una storia, come il Premio L’Inedito con i suoi 15 anni e una caratura sempre più nazionale ma con radici ben salde nella nostra Irpinia.

 

Di seguito, sono riportati i nomi dei vincitori con i loro inediti.

 

Sezione Poesia

 

POSIZIONE AUTORE TITOLO Provenienza
1 Alvino Maria Consiglia Elegie per Calipso Campania
2 Pulpo Lucia Casa nell’acqua Puglia
3 Toglia Angela Sola qui mi perdo Campania

 

 

Sezione Romanzo

 

POSIZIONE AUTORE TITOLO  
1 Albano Maria Romanza Campania
2 Nardone Dario Pythagòras Campania
3 Fileccia Giovanna Rose di velluto rosso Sicilia

 

 

Sezione Racconti

 

POSIZIONE AUTORE TITOLO  
1 Vetromile Giuseppe Storie di ordinaria solitudine Campania
2 Di Francesco Luisa Pareti di stoffa Puglia
3 Vitolo Antonio L’indulgenza invocata Campania

 

 

Sezione Teatro

 

POSIZIONE AUTORE TITOLO  
1 Salerno Luigi Vada per Zurigo Campania
2 Bencivenga  Luigia Pianoforte e voce Campania
3 Fortunati Orsola Cara Edith Lazio

 

Premi Speciali

 

 

PREMIO “FRANCO DRAGONE”

IL COMUNE DI CAIRANO PREMIA

Paolo Capozzo
PREMIO “ALFONSO NANNARIELLO”

IL COMUNE DI CALITRI PREMIA

Enzo Angiuoni
PREMIO “FRANCESCO DE SANCTIS”

IL COMUNE DI  MORRA DE SANCTIS PREMIA

Gaetana Aufiero
PREMIO ALLA CULTURA Emanuela Sica

 

 

 

Carina Carmen Graniero