Ferragosto Mercoglianese, il plauso del sindaco D’Alessio per la sinergia forze dell’ordine-cittadini

0
441

Il bilancio davvero positivo degli spettacoli di ferragosto nel comune di Mercogliano, con la partecipazione di artisti d’eccezione e il grande riscontro di pubblico, fanno il paio con l’elevato senso di responsabilità e il rispetto delle regole che residenti e turisti hanno mostrato nei giorni della festa.

Per questo motivo, con il sorriso sulle labbra per aver dato, attraverso Mercogliano, l’opportunità a tanti irpini di assistere alle performance di personaggi del calibro di Enzo Avitabile e Peppe Iodice, il sindaco D’Alessio ci tiene a sottolineare `quanto gli eventi dell’estate mercoglianese abbiano risvegliato la voglia di turismo ma soprattutto non abbiano indotto a pensare, da parte del pubblico, che l’emergenza sia ormai “un problema di altri”.

Per tanto, l’operazione di rilancio del territorio è stata offerta ai cittadini di Mercogliano, e non solo, nella massima sicurezza possibile, puntando, come accade sempre in questi casi, alla agognata sinergia tra cittadini (senso di responsabilità di ogni singola persona e non necessaria campagna di repressione ma di sensibilizzazione) e forze dell’ordine che non hanno mai atto mancare il loro supporto. Senza dimenticare le associazioni del territorio, gli ispettori ambientali volontari, i componenti della Misericordia, il sostegno della Mercogliano Servizi».

E poi l’accoglienza al Santuario, «perchè Montevergine è parte integrante e indispensabile di ciò che Mercogliano rappresenta e sempre lo sarà, nei giorni della festa e nella quotidianità dei fedeli».

Non c’è che dire una ventata di ottimismo dopo i mesi bui, nella speranza che Mercogliano, come tanti comuni irpini, non debba rivivere isolamenti e paure.

«I miei cittadini hanno dimostrato maturità e senso civico, chi è venuto a Mercogliano da fuori è stato accolto come uno di casa e ha compreso il valore del rispetto e della condivisione, la cultura, la bella musica, il divertimento, finalmente, hanno fatto il resto, in uno scenario, il nostro, che amiamo come nessuno al mondo».