Ferraro: ecco la politica degli annunci del sindaco di Mercogliano

Il consigliere comunale di "Mercogliano Futura": noi alternativi, contro questo modo di intendere la vita politica e amministrativa

0
1873

«Cinque-sei mesi fa l’annuncio del sindaco di Mercogliano, secondo cui il restauro di Porta dei Santi sarebbe stato pronto in occasione delle festività dei Santi patroni, il 14 febbraio. Poi, un mese fa, ha detto che i lavori sarebbero stati concomitanti, per la fine di febbraio, con quelli di messa in sicurezza del centro storico. Ad oggi, non abbiamo visto niente».
Per il consigliere comunale di opposizione Pasquale Ferraro, del gruppo “Mercogliano futura”, «questa di Vittorio D’Alessio potrebbe essere una strategia di comunicazione, oppure aria fritta, comunque la politica degli annunci. Così per il centro sociale Campanello: più di un mese fa sono state pubblicate foto, di loro con i caschi in testa, per dire dell’abbattimento della struttura, ma ad oggi anche questo cantiere è fermo. Ricordo che per Torrette di Mercogliano c’è un problema in più: avendo consegnato i lavori, il centro non può essere adibito a seggio elettorale. Lo stesso dicasi per il centro sociale Rachele Izzo, oggi museo. Come opposizione abbiamo anche segnalato la questione al prefetto di Avellino. Torrette di Mercogliano non ha seggi elettorali. Un problema già datato di un anno».

Pasquale Ferraro incalza: «In compenso vediamo qualche metro di asfalto sulle strade… ecco come sta venendo fuori la pochezza di programmazione, nel tentativo di voler coprire le mancanze. Ora c’è l’ultimo annuncio del sindaco, volersi cioè ricandidare sotto il simbolo di “Io scelgo Mercogliano”, un progetto politico che, oltre a non essere stato realizzato, è ormai naufragato rispetto a quasi cinque anni fa, perché si ricandideranno solo in quattro. Anche questa volta si tenta di lanciare messaggi fuorvianti. Andrebbe fatta un’operazione verità».

Il consigliere di opposizione, che con Carmine Marinelli ha lasciato maggioranza e giunta per passare all’opposizione,
continua a lavorare per l’alternativa a D’Alessio: «Alternativi sì, ma siamo soprattutto contro questo modo di affrontare la vita amministrativa e politica di Mercogliano,- continua Ferraro – e per una coalizione nella quale speriamo di vedere riuniti quanti, e sono la stragrande maggioranza, sono in dissenso con questo modo di intendere la cosa pubblica. Siamo per un progetto politico che possa sconfiggere la politica fatta di slogan e propaganda, mentre i fatti concreti sono pochissimi. La storia di Porta dei Santi è emblematica. Che dire: o il sindaco parla per slogan, oppure fa i suoi annunci senza leggere le carte».