Fidapa Nola, riparte il progetto “Concertiamoci”

0
461

Mercoledì 18 maggio, è stato proprio nell’ambito di Concertiamoci che la Fidapa di Nola,nella veste della presidente Annamaria Silvestro, ha dato vita al concerto: Musica per il cuore. A sostenere con grinta e passione questa iniziativa, il direttore del museo l’architetto Giacomo Franzese, presente non solo alla cerimonia, ma attivo, vigile e fiducioso del lieto evento che ha visto una numerosa ed armoniosa partecipazione di pubblico. A collaborare con la presidente della Fidapa, Annamaria Silvestro, anche il presidente>> dell’associazione MUSA, l’avvocato Raffaele Soprano e loro soci per la loro cara presenza e per la loro gradita partecipazione al progetto, tanto da potersi sentire la Silvestro:>> ‘’ orgogliosa di avere un partner così prestigioso del territorio.’’ Ad aprire la cerimonia una gradita sorpresa, l’annuncio della pubblicazione del cd ‘Inno alla vita’ interamente pubblicato dalla Corale Fidapa ‘Donne in Armonia’ di Nola, con la proiezione di un video musicale che riprendeva tutti i brani realizzati, ispirati ai favolosi anni ’60, da qui il titolo significativo ‘Inno alla vita’. In questo percorso musicale un plauso in particolare va al maestro Francesco Sorrentino che le ha guidate e dirette e alla corista e responsabile del coro la prof.ssa Nensi Romano, che ha coordinato il lavoro e curato la realizzazione del video. Si sono esibiti Ambrosino Maddalena, soprano lirico, che ha fatto vibrare e commuovere l’intera platea per la sua voce da usignolo e per la magistrale interpretazione di alcune opere famose del melodramma italiano come ‘’Oh mio babbino caro’ dall’opera di Gianni Schicchi di Giacomo Puccini e ‘Vissi d’arte’ dall’opera Tosca di Giacomo Puccini. Ad incantare ulteriormente il pubblico il pianista Luigi D’Arienzo, pianista, direttore d’orchestra , arrangiatore e compositore. Il suo virtuosismo in alcuni brani ha trascinato il pubblico in applausi immensi, com in Serenata Spagnola di Glazunov Alexander e l’elegie di Gabriel Fauré. La star del nuovo millennio, il violoncello, suonato dal maestro Vladimiro Kocaqi, concertista, violoncellista e arrangiatore. Ha incantato il pubblico suonando due melodie albanesi di un noto suo concittadino Ymer Skenderi, melodie ammiccanti che hanno lasciato il pubblico ammaliato. Un finale a sorpresa, travolgente e spumeggiante com l’interpretazione del trio di ‘’Funicoli Funicolà’’ e ‘’O sole mio’’. Il pubblico in delirio ha accompagnato con applausi e cori. Una cerimonia che ha aperto il cuore alla musica alla vita.Magistralmente con grazia, classe e professionalità ha condotto l’evento la giornalista e musicista Filomena Carrella. Erano presenti all’evento Felice Peluso presidente AIDO sezione di Nola e Cimitile. Michela Mortella presidente Filitalia International chapter di Napoli e Antonietta Sorrentino vice presidente Filitalia Internazionale chapter di Napoli. Maria Miranda presidente Fidapa sez. San Giuseppe Vesuviano. Gennaro Caliendo attore ed interprete teatrale. La Marca Lina referente il gruppo Giaguaro associazione di volontariato.