Finisce a Montoro la fuga del pastore fratricida evaso: D’Aponte arrestato dai Carabinieri

0
448

E’terminata a Montoro, paese Natale, la fuga di Alfonso D’Aponte il pastore che nel 1997, fu condannato, per l’omicidio della sorella Anna e nuovamente evaso dal carcere di Vasto.

D’Aponte stava scontando nella casa lavoro di Torre Sinello una misura accessoria alla condanna a 18 anni di reclusione, inflittagli per aver ucciso a coltellate sua sorella Anna e causato lesioni gravissime al fratello.

L’uomo è stato rintracciato e arrestato dai Carabinieri della compagnia di Solofra e del Comando provinciale di Avellino. Nel corso di un controllo del territorio, hanno rintracciato il D’Aponte che, a piedi, percorreva una via di una frazione del comune di Montoro. Riconosciuto immediatamente e fermato, l’uomo non ha opposto alcuna resistenza. Dopo le formalità in caserma, è stato associato alla casa circondariale di Bellizzi.Già nel 2019 aveva compiuto una fuga simile, ma fu catturato dai carabinieri della Compagnia di Mercato San Severino.