Foibe ed esodo degli istriani, Fruncillo: riflessione necessaria

0
402

E’ stato il Circolo della Stampa di Avellino ad ospitare l’incontro per ricordare le foibe e l’esodo degli Istriani e dei Giuliano Dalmati. Profughi costretti a lasciare le proprie terre, i propri beni e gli affetti in conseguenza della pulizia etnica ad opera dei partigiani comunisti di Tito. Si è discusso anche della legge Menia, nata solo nel 2004 finalizzata all’istituzione della giornata del ricordo.
A moderare l’incontro è stato il giornalista Enzo Pecorelli. L’incontro ha avuto inizio con le parole di apertura di Pasquale Muccio, consigliere comunale di Fratelli d’Italia di  Sperone. Poi  i saluti della Presidente provinciale Ines Fruncillo, nuova Presidente provinciale di Fratelli d’Italia: “Il giorno del ricordo può essere l’occasione per completare il processo di ricostruzione della memoria nazionale”. Sono intervenuti come relatori  Giuseppe Sartore, coordinatore regionale Unione degli istriani. Margi Villa Priore, referente Foibe a Scuola per la Campania. Modestino Iandoli, memoria storica FdI Avellino. Gherardo Marenghi, docente Universitario UNISA. L’evento si è concluso con l’intervento dell’On. Gianfranco Rotondi.