Gavazzi: “Felicissimo del rientro, non vedevo l’ora”

0
880

E’ rientrato dopo sedici mesi di assenza forzata. Davide Gavazzi ha debuttato a Brescia, cancellando la lunga inattività. Il centrocampista dell’Avellino è stato protagonista in conferenza stampa, analizzando la vittoria a Brescia e la prossima sfida contro la Cremonese: “Sono contento per l’esordio a Brescia e per il risultato finale. Ci stiamo allenando, affronteremo un’altra squadra di valore. Dovremo cercare di imporci, possiamo giocare la nostra partita. Abbiamo iniziato bene il girone di ritorno, guardiamo la realtà e per eventuali obiettivi ne parleremo tra un paio di mesi”.

Sull’infortunio e la lunga riabilitazione: “La stagione scorsa, dopo l’infortunio al ginocchio, stavo rientrando a Frosinone ma mi sono fermato nuovamente per un infortunio muscolare. Non aveva senso rientrare nelle ultime giornate, poi mi sono sottoposto a un altro intervento chirurgico di pulizia al ginocchio. Non riuscivo mai a stare bene del tutto per una serie di situazioni e il rientro si allontanava di volta in volta. I motivi non li so neppure io”.

Finalmente il ritorno in campo, tanto aspettato anche da Walter Novellino: “Fa piacere essere ben considerato dal mister, sto cercando e voglio dare il mio apporto alla squadra. Era da un po’ che non riuscivo ad allenarmi bene, la settimana prima della partita con la Ternana è tornata in me la speranza. Poi a Brescia mi sono sentito rinato. Il mio unico pensiero era di tornare in campo, per il rinnovo del contratto si vedrà. Ad ora non ci penso. Nasco esterno, mi piace giocare in quella posizione, ma mi adatto. Tra le linee posso trovarmi a mio agio. Da seconda punta ho già giocato, le basi le conosco. Ho giocato in quasi tutti i ruoli, ma conta il risultato, il come lo fai. In casi estremi si fa tutto“.