Giacomo Rosa infiamma la piazza di Eboli. Cresce l’entusiasmo tra gli elettori

0
993

Sicurezza, ambiente, sanità, ambiente, territorio, quello che sta attraversando da una parte all’altra della provincia di Salerno: Giacomo Rosa, candidato al Consiglio regionale nella Lista Liberaldemocratici con De Luca presidente continua a portare avanti il suo programma, costruito sulle esigenze e sulle aspettative delle comunità. Mercoledì sera ad Eboli è stato un altro successo di pubblico, in piazza della Repubblica, dove tra gli applausi delle tante persone che lo hanno ascoltato e avvicinato per la prima volta ha consegnato ancora una volta il senso di come interpreta questa campagna elettorale: stare vicino alla gente, conoscendo fino in fondo le carenze ma anche le potenzialità della propria terra. La campagna elettorale volge al termine: Giacomo Rosa sarà stasera a Battipaglia, domani concluderà a Contursi Terme, la città in cui vive e dove è stato sindaco, ma fino all’ultimo, assicura, continuerà a parlare il linguaggio della verità, come traspare dai suoi comizi, come ha fatto mercoledì sera a Eboli, la città a cui è particolarmente legato perché qui ha cominciato a lavorare, da bracciante agricolo, qui ha studiato, e qui oggi, dopo una vita di impegno e sacrificio, lavora come ispettore della Polizia stradale.

Nella piazza di Eboli, mercoledì sera, tra i tanti argomenti trattati, ha rilanciato con forza il progetto della ferrovia Eboli-Calitri-Pescopagano-Melfi, e che interessa due regioni, la Campania e la Basilicata. Un lavoro che va avanti da diversi mesi. Proprio a Eboli, il 31 gennaio scorso, si è tenuta l’assemblea con la quale si gettarono le basi, tra tanti sindaci di diverse province, per l’impegno alla realizzazione del progetto che apre le aree interne ai due mari, e che consegna prospettive di sviluppo su più fronti. Anche questo, un impegno solenne, assunto da Giacomo Rosa che è portavoce del comitato, come il patto per l’ambiente che ha stretto a Buccino per la salvaguardia di quel territorio, come l’impegno che intende stringere con ogni elettore che vorrà dargli fiducia. Il suo appello al voto chiama tutti, a destra e a sinistra, perché è un voto utile: «Sono ore decisive, in cui si gioca la partita decisiva, in cui si è artefici del proprio destino, scegliendo un rappresentante in Regione per le aree interne. Io sono pronto». Stasera parlerà nella piazza di Battipaglia. Domani nella sua Contursi, per la volata finale.