Grande successo per Irpinia Express e Trekking in Vigna che si è svolta nel piccolo borgo di Lapio

0
622

Grande successo l’appuntamento di “Trekking in Vigna” in occasione della Vendemmia che si è svolta nel piccolo borgo Lapio. Una domenica all’insegna della tradizione, della storia, ma anche di tanto divertimento.

L’evento, organizzato e ideato  in maniera impeccabile dall’associazione Land of Hirpinia e dalla sua presidente Silvia Areniello grazie a tutto il suo staff e in particolare dall’ideatore dell’iniziativa trekking in vigna Enrico Lepore, non è mancato il grande supporto dell’amministrazione comunale guidata dalla vulcanica Sindaca Maria Teresa Lepore, sempre attenta al territorio e mettendoci sempre la faccia in tutto ciò che organizza. L’evento ha richiamato gente da ogni parte della provincia per partecipare ad una delle più caratteristiche feste dedicate alla vendemmia. Infatti per l’occasione non è mancato il treno storico “Irpinia Express”.  A presentare quest’edizione è stato chiamato il mitico Ciriaco Palmariello, bravo a guidare per mano i presenti in un viaggio tra vigneti, cantine e tanto altro.

Ad esordire una meravigliosa colazione contadian ha aperto la giornata. Si prosegue verso le aziende vitivinicole che hanno aderito, quali Colli di Lapio, che ha accolto i partecipanti in cantina, che era in pieno ritmo di vendemmia. Grande esperienza poter assaggiare il “mosto fiore” del Fiano di Avellino o assaggiare i dorati e dolcissimi grappoli. Per poi essere ricevuti da Lady Fiano Clelia Romano, che ha ricevuto gli ospiti con un aperitivo, con il suo Fiano di Avellino 2018” nella sua casa-degustazione tra i filari di Fiano in una delle zone più vocate “Arianiello”. Il gruppo si e poi diretto presso i vigneti della cantina Filadoro al “Vigneto Toppole” attesi dai proprietari Rosanna e Walter Lepore che hanno allestito una degustazione tra i filari e insegnato a grandi e piccoli il taglio dei grappoli. Dopo il lavoro spetta il premio, ovvero il pranzo. Diverse le strutture che hanno si sono proposti a ricevere presso le loro strutture i vignaioli per un giorno, che hanno coccolato e deliziato con le loro proposte quali, Fattoria Maria Petrillo che ha accompagnato tutto il pranzo con il “l’Oro di Lucrezia”, olio extravergine di oliva biologico, davvero un gioliellino nella sua categoria e non sono mancate delle sorprese neppure per il “Fiano di Avellino”, versione spumantizzata a dir poco ancestrale, per gentile concessione di Davide Modugno. Altre emozioni hanno regalato Officine del Gusto, Templa Mentis,  e Aperifiano. Al termine di questa prima fase della giornata, si è passati alla tanto attesa pigiatura dell’uva. Un momento che, soprattutto i bambini presenti in piazza, aspettavano con ansia. L’uva raccolta dai bambini ha sfilato su un carro pronta per essere pigiata nel cuore del paese in Piazza Filangieri. A seguire si è tenuto come da programma lo spettacolo teatrale a cura della compagnia “Clan H”, Comunque andrà bene! Bacco chiama a raccolta, nel cortile del Palazzo Filangieri. E oltre il divertimento non ci si poteva sottrarre al momento contemplativo di questo famoso vino, “Fiano di Avellino di Lapio”, con un focus a cura di Onav Avellino attraverso un laboratorio tecnico dell’assaggio del mosto fiore. Inoltre vi era la possibilità di assaggiare tutte le espressioni di fiano del territorio presso un banco di assaggio creato per la giornata. Come dicevamo, tante le attività che si sono svolte durante la giornata, un percorso predefinito, il tutto, naturalmente all’insegna del divertimento.

Lapio, dunque è stata teatro di una meravigliosa e secolare festa popolare, quella della Vendemmia.