Grottaminarda, Cobino presenta il “Festone”

0
428

Dopo una prima trance di eventi nell’ambito del cartellone dell’Estate Grottese, promosso dell’Amministrazione comunale in collaborazione con le numerose associazioni, a Grottaminarda è l’atteso momento del tradizionale “Festone”. Eventi clou: il concerto de ” Le Vibrazioni” martedì 20 agosto, la serata cabaret con i comici di Zelig e Made in Sud lunedì 19 e la chiusura con il Festival Pirotecnico di mercoledì 21 agosto. Inoltre i tradizionali concerti bandistici sia itineranti che in Piazza Fontana, il Festival degli Artisti di Strada, il Vespa Raduno, la “sfilata a 4 zampe” il colorato “Holi Festival” per i più giovani.

“Siamo partiti il 20 luglio – spiega il primo cittadino, Angelo Cobino – con l’osservazione astronomica in piazza XVI Marzo, in occasione dei 50 anni dall’allunaggio a cura dell’Istituto Superiore di Grottaminarda, poi gli eventi nell’ambito di “Talenti d’Irpinia” al Castello d’Aquino e a Carpignano, grazie ad una collaborazione con la Provincia ed ancora tanti concerti tra i quali, sempre presso il Castello d’Aquino, quello nell’ambito de “I luoghi della Musica” e molti altri appuntamenti come il cinema sotto le stelle, le giornate dedicate al gioco dei bambini e così via. Altri interessanti momenti ci attendono come quello del 29 agosto con la presentazione del libro dell’architetto Adelina Picone, “Cripta, Forma Terrae / Forma Urbis”. Ma adesso è il momento dei festeggiamenti in onore di San Rocco, Sant’Antonio e San Tommaso, organizzati dal Comitato Festone al quale il Comune di Grottaminarda ha dato il proprio patrocinio con delibera n.120 del 2 luglio 2019, aderendo con piacere, dovere istituzionale e partecipazione civile-religiosa alla gradita richiesta del Presidente Don Carmine Santoro. A lui ed al Comitato Festone, composto da tanti giovani intraprendenti ed entusiasti, esprimiamo vivi sentimenti di gratitudine per l’impegno e la volontà di preservare e dare continuità ad un’importante tradizione che dà lustro alla nostra Comunità. Infatti se consideriamo che per 128 anni abbiamo mantenuto viva una tradizione di fede e di civiltà, il nostro pensiero corre subito al valore e al significato profondo di questa ricorrenza che è momento di raccoglimento religioso e di ringraziamento nei confronti dei nostri carissimi Santi, ma è soprattutto preziosa e piacevole occasione per ritrovarsi tutti insieme, nella consapevolezza di consolidare la nostra quotidiana vita civile con i valori cristiani. Ci rendiamo inoltre conto che è sempre più complesso, viste le tante prescrizioni per la sicurezza, organizzare eventi di grossa portata come ad esempio il concerto delle Vibrazioni, ed i ragazzi stanno facendo tutto con grande attenzione e scrupolo. Quindi icomplimenti ai giovani del Comitato per l’attivismo e la capacità organizzativa e a Don Carmine Santoro per la disponibilità. I ringraziamenti, inoltre, vanno alle Forze dell’Ordine: Carabinieri, Vigili del Fuoco, Polizia Municipale, alla Protezione Civile e alla Pubblica Assistenza, per l’indispensabile supporto. Un vivissimo ringraziamento anche agli operatori comunali per la costante pulizia dei luoghi”.