Grottaminarda, la minoranza chiede un Consiglio aperto sui lavori alla scuola

0
293
Grottaminarda. I consiglieri comunali di minoranza a palazzo Portoghesi, tramite una richiesta firmata dal capogruppo, Vincenzo Barrasso, chiedono la convocazione di una assemblea della sala “Sandro Pertini”. E “al più presto possibile”. Per discutere, insieme ai cittadini, genitori e insegnanti, quindi per un consiglio comunale aperto, dei lavori che interesseranno il plesso “San Tommaso d’Aquino” di via De Gasperi. “Lavori oltremodo indispensabili-scrive Barrasso-“. Che consentono di “aumentare il grado di sicurezza sismica” di quella scuola.
Secondo i consiglieri comunali dell’Ulivo-Liberi e Democratici, inoltre, “sarà essenziale adottare una serie di misure organizzative che consentano la realizzazione dei lavori e, di conseguenza, la prosecuzione delle attività didattiche”. E per individuare le migliori scelte organizzative, e condividerle, sarebbe opportuno discuterne insieme ai genitori dei ragazzi che vanno a scuola. E così come è stato fatto per la vertenza di Industria Italiana Autobus, così come pure per gli agricoltori in rivolta, la richiesta dell’opposizione è di un consiglio comunale aperto. Perché, anche questa, è una questione che riguarda tutta la comunità. Intanto “numerosi genitori hanno manifestato le proprie preoccupazioni” ai consiglieri di minoranza. Chiedendo loro di essere coinvolti nell’adozione delle scelte future.