Grottaminarda, la “terza via” la sta costruendo l’ex sindaco Ianniciello

0
412

Grottaminarda. Eccola, la”terza via”. Quella annunciata da Giovanni Ianniciello, sindaco per due legislature, e che è ancora in via di formazione. Sarà completa, sembra di capire, a ridosso delle prossime elezioni amministrative che, nella cittadina ufitana, si terranno tra tre anni. Adesso, I’ex sindaco, sta intessendo nuove alleanze, riprende amicizie interrotte.

A che punto è la terza via? Quale bisogno c’era?
“È una necessità di individuare un momento politico diverso. Determinata dal fatto che la pubblica amministrazione, af oggi, sopravvive di esperienze della precedente, e di finanziamenti chiesti ed ottenuti. L’opposizione, da parte sua, è irrispettosa nei confronti dei cittadini che l’hanno votata, perché si è allontanata dal progetto politico per il quale ha chiesto il consenso. Ecco perché stiamo individuando la possibilità che, nei prossimi mesi, in dato concreto per poter costruire mettendo insieme giovani, meno giovani, uomini di esperienza perché ci attende un grande momento di grande sviluppo industriale, sociale e culturale”.
Ci sono le condizioni per fare tutto questo?
“Ci tengo a precisare che noi non vogliamo essere contro ma per. Ci stiamo lavorando, se ci saranno le condizioni, bene, ma non per forza vogliamo fare ragionamenti di governo.  Per quello si vota.  Le nostre porte sono aperte a tutti, a chi ci sta. Oggi, più che altro, registro un clima conflittuale”.
Delle minacce arrivate al sindaco cosa pensa?
“Esprimo la mia solidarietà. Ma si rivolga alle autorità preposte, è un problema di salvaguardia della persona, non politico”.
Con chi si sta vedendo per il progetto politico che ha in mente?
“Ho avuto una felice esperienza, da capogruppo, con Giuseppe Romano sindaco. E, a proposito, colgo l’occasione per chiarire un aspetto: per incomprensioni politiche, forse derivate da me, non abbiamo proseguito il cammino insieme. Adesso ritengo di scusarmi con lui per non aver seguitato insieme un progetto politico. Romano ha prodotto sempre importanti iniziative, da sindaco e anche successivamente, e spero che si possa riprendere un ragionamento. Prendo atto di non essere stato lineare nei suoi confronti, ma quelle incomprensioni possono essere superate. Questa terza via non mi vede impegnato in prima linea ma a sostenere progetti politici per la città, per la quale in passato ho individuato momenti di grande sviluppo: il Castello, Autostazione Air, Ingv, Ferrovia, Lioni-Grottaminarda, variante esterna”.
Quale sviluppo dobbiamo attenderci ancora?
“Quello che ho detto non è sufficiente. Adesso diamo campo a quello imprenditoriale, commerciale per rinforzare questa cittadina, in termini di servizi. Bisogna fare ancora molto, Grottaminarda deve diventare riferimento alternativo alla città di Avellino e centrale in Valle Ufita. Le condizioni ci sono tutte: ambientali e infrastrutturali, in fase di realizzazione. La pubblica amministrazione e tutto il consiglio comunale lavori su questo”.