Grottaminarda, ora mettere in moto l’Autostazione

0
818

Grottaminarda.  Prenderà vita un poco alla volta. Per essere, poi, funzionante il prossimo settembre. Con l’inizio del prossimo anno scolastico. L’edificio a due piani dell’autostazione dell’Air Campania, nella cittadina ufitana,  dovrebbe avere per quella data una forma definitiva. E, intanto, senza sosta, continuano gli incontri tra i dirigenti della azienda irpina della mobilità e la delegazione dell’amministrazione comunale, guidata dal primo cittadino Marcantonio Spera. L’ultimo, infatti, c’è stato proprio qualche giorno fa, per mettere a punto” lo stato dell’arte”. I viaggiatori, chi in genere usufruiscono del servizio degli autobus, hanno ribattezzato lo stazionamento con un termine che sottolinea lo stato in cui si trova:”cattedrale nel deserto”. Un complesso maestoso, che salta agli occhi, ma che deve essere riempito. E si comincerebbe a farlo dalla biglietteria.” Che dovrebbe essere inaugurata entro fine mese- dice, infatti, Spera”. I vertici dell’Air hanno rassicurato il sindaco ufitano che, i parcheggi sotterranei, continueranno ad essere gratuiti. Ovviamente per chi si reca, con l’automobile, a prendere gli autobus. E si sta lavorando per rendere funzionante l’ascensore che collega i sotterranei allo stazionamento.”Che, al momento, non è ancora funzionante perché è cambiata la ditta che stava lavorando. Ma entro un mese- fa sapere ancora Marcantonio Spera- l’azienda conta di risolvere la questione”. I piani di questo gigante dai piedi d’argilla, costato poco più di dodici milioni di euro, sono due: ed il primo, entro la prossima estate, dovrebbe essere aperto. All’interno dovrebbero trovare spazio una caffetteria, una pizzeria ed una paninoteca. Oltre ad un laboratorio di analisi. Una idea, più che una indicazione, proviene invece dalla Regione Campania. Da palazzo Santa Lucia si pensa ad una ludoteca che potrà accogliere i figli piccoli delle donne impiegate. Nella stessa  struttura o, più in generale, nel mondo del lavoro: in modo da agevolarle, per cui si potrebbero stipulare convenzioni con privati. Per parlare di questo, ci sarà un tavolo tecnico, insieme al sindaco grottese, domani alle ore 15. Con la presenza dell’Asl. Ferma al palo la questione della scala mobile: “Si attendono le autorizzazioni ministeriali per renderla funzionante”. Sembra, invece, che ci siamo a buon punto con le manifestazioni di interesse. “Molte attività commerciali si sono mostrate disponibili, perché la volontà è quella di aprire locali che guardano alla gastronomia. Tutto, ovviamente, a disposizione dei passeggeri”. Discorso tutto da fare, invece, per il secondo piano.” È tutto a disposizione per l’uso di uffici, e studi privati. Il Comune- conclude il sindaco Spera- è in campo per portare uffici pubblici, asilo, ludoteca, e per una piccola cittadella della giustizia. Con la presenza di forze dell’ordine”. L’intero complesso dovrebbe vedere una nuova luce il prossimo settembre. Quando si riapriranno le scuole.
Giancarlo Vitale