I colori della vita, l’Aido chiama al confronto sulla donazione

0
476

Versi, esperienze e testimonianze che raccontano il valore della donazione. A firmarli uomini e donne che oggi vivono grazie al trapianto di organi. E’ il volume “I colori della vita” curato da Aido Avellino. Sarà presentato il 22 ottobre, al Circolo della stampa, nel corso di un confronto, promosso in collaborazione con l’AIDO di Nola-Cimitile. A confrontarsi sul tema della donazione il sindaco Gianluca Festa, il presidente provinciale di Avellino Giovanni Spiniello, il presidente Aido Nola-Cimitile Felice Peluso, Francesca Grassi e Maria Antonietta Sepe del gruppo Aido Nola-Cimitile, Guido D’Avanzo, presidente Misericordia di Avellino.Interverranno: Renato Pizzuti, direttore generale AORN S.G.Moscati, Maria Morgante, direttore generale Asl Avellino, Vincenzo Del Giudice del Centro regionale trapianti Campania, Guglielmo Venditti, presidente Aido regionale Campania, Vincenzo Gallici, anestesista rianimatore Asl Na3 Presidio Ospedaliero Nola, Simona Giannattasio, consulente Aido donazione e trapianti. Nel corso del convegno si alterneranno testimonianze ed interventi dal vivo. A curare momenti musicali di Patrizia Girardi. Leggerà e reciterà brani tratti dal libro ‘I colori della vita’ Elena Spiniello del teatro di Gluck. Conduce la cerimonia la scrittrice, giornalista e musicista Filomena Carrella.  E’ Vincenzo Galluccio, coordinatore locale al prelievo e alla donazione organi del Moscati a sottolineare come la donazione è “un gesto di civiltà, pensando alla vita degli altri dopo la nostra morte, perché tutti possiamo essere dei potenziali donatori: sani e malati, giovani e anziani. Oggi è ancora più facile decidere, con un semplice gesto: recandosi nel proprio Comune di residenza e dichiarando il proprio consenso alla donazione”