I primi quarant’anni del Concordato Craxi-Casaroli: l’attualità di un accordo

Il convegno sabato 17 Febbraio alle ore 10, presso il Complesso Monumentale SS.Pietà Aula Consiliare “Senatore Antonio Innammorato” di Teggiano, sul tema “I primi quarant’anni del Concordato Craxi-Casaroli (1984-2024)

0
414

L’obiettivo fu di adeguare l’intesa tra lo Stato e la Chiesa ai principi della Costituzione; La religione cattolica non  più “la religione di Stato”; lo Stato rinuncia a qualsiasi pretesa di controllo sulla vita interna della Chiesa non esigendo più il giuramento dei vescovi e non chiedendo più che le nomine episcopali gli siano ‘pre notificate’; fu  abolito il sostentamento economico diretto dello Stato ai sacerdoti introducendo il sistema di finanziamento dell’otto per mille attraverso il quale si può devolvere la percentuale di Irpef alla Chiesa cattolica, allo Stato o ad altre confessioni Ancora, l’insegnamento della Religione cattolica nelle scuole non sarà più obbligatorio e le sue attività, non riconducibili a finalità di culto o di religione, siano sottoposte a una tassazione ordinaria.

Su queste premesse il Presidente del Consiglio Bettino Craxi si preparava a firmare, il 18 febbraio del 1984, lo storico accordo con la Santa Sede per la revisione del Concordato. Con lui, lui l’allora Segretario di Stato Agostino Casaroli.

Per analizzare, studiare e celebrare questo importante anniversario, occasione non solo per ripercorrere la storia e le tappe di quell’evento ma anche per sottolineare la grande novità di un accordo che ancora oggi è valido e sancisce l’autonomia ed il rispetto delle rispettive parti di competenza, sabato 17 Febbraio alle ore 10, presso il Complesso Monumentale SS.Pietà Aula Consiliare “Senatore Antonio Innammorato” di Teggiano, si terrà il convegno “I primi quarant’anni del Concordato Craxi-Casaroli (1984-2024).

L’incontro, che si avvale del Patrocinio morale del Comune di Teggiano e della Diocesi di Teggiano-Policastro, prevede nei lavori diversi interventi di illustri relatori ed ospiti. Al Convegno infatti, la cui partecipazione comporterà l’attribuzione di 2 crediti formativi dell’Ordine degli Avvocati di Lagonegro (PZ), sarà aperto dai saluti del Sindaco di Teggiano Michele Di Candia, del Presidente dell’Ordine degli Avvocati Avv.Vincenzo Bonafine e del Vescovo di Teggiano-Policastro S.E. Mons. Antonio De Luca. Dopo l’introduzione del Consigliere comunale e coordinatore del  Centro Zona PSI Vallo di Diano Avv. Conantonio D’Elia, ad intervenire nei lavori, su moderazione del giornalista Stefano Pignataro, saranno il Magnifico Rettore dell’Università dell’Università “Giustino Fortunato” di Benevento Prof. Giuseppe Acocella, del già Europarlamentare e Presidente della Provincia di Salerno  On. Sen. Alfonso Andria, del Prof. Gianfranco Macrì-Ordinario di Diritto Ecclesiastico e Canonico Università degli studi di Salerno, del giornalista Antonio Manzo e del Prof. Carmine Pinto, Ordinario di Storia Contemporanea-Università degli studi di Salerno. Le conclusioni saranno affidate al Sen. Gennaro Acquaviva, Delegato del Governo Craxi ai Rapporti con la Santa Sede.