I ritmi jazz dei Matt Bianco per i “Colori della musica”

0
371

Una nuova esplosione di ritmi per “I colori della musica”. L’appuntamento è il 24 febbraio, alle 21, al Partenio con i Matt Bianco, una delle band pop più amate degli anni ’80. Al centro della loro ricerca la volontà di sperimentare la contaminazione dei generi latin, jazz e funky con la vena più pop del trio dei fondatori, con hit come “Get Out of Your Lazy Bed” e “Half a Minute” che li hanno resi celebri in Europa e nel mondo. Il gruppo nasce dall’incontro tra il cantante Mark Reilly, il musicista Mark Fisher, il tastierista Danny White e la cantante polacca Basia Trzetrzelewska. Un duro colpo per la banda è stato la morte del tastierista e compositore Mark Fisher  il 12 dicembre 2016. Oggi anima della band è Mark Reilly sempre aperto a collaborazioni con altri musicisti. I Matt Bianco hanno sempre proposto al grande pubblico uno stile pop-soul piuttosto sofisticato, nel segno di un jazz, influenzato da esperienze technopop di vario tipo, comunemente noto come Sophisti-pop. Il nome della band è un riferimento  «una spia, un agente segreto: eravamo amanti del genere spy-story televisivo». Nel parlare del concerto di Avellino sottolinea “Proporrò una combinazione di passato e presente, a partire dall’ultimo album ‘Gravity’. Sarà una formazione con sassofono, pianoforte, tromba, contrabbasso”. Al fianco di Mark Reilly Florence Annabella Rawling, Sebastian De Krom alla batteria, Geoff Gascoyne  alla chitarra, Martin Shaw alla tromba, David O’ Higgins al sassofone, Graham Harvey al piano