IIA, Morsa (Fiom): il gruppo Seri ha saccheggiato il nostro territorio. Non abbiamo bisogno di questi imprenditori

0
481

Valle Ufita.”Questa provincia non ha bisogno di imprenditori tipo Civitillo”. Lo dice Giuseppe Morsa, segretario provinciale della Fiom, nel corso della giornata di sciopero dei metalmeccanici di Industria Italiana Autobus, davanti alla Prefettura. E aggiunge:”Abbiamo mandato ,oggi, un bel segnale,forte-sia al governo che agli azionisti della fabbrica”. Alla Fiom”non convince la soluzione a cui si sta lavorando per sostituire Leonardo”. Anzi, sottolinea ancora Morsa,”siamo completamente in disaccordo”. E chiede, a Roberto Cingolani, di adoperarsi perché”blocchi la trattativa in corso. Per avviare una discussione presso il Ministero”. Come, del resto, era già stato concordato lo scorso mese di novembre alla presenza della sottosegretaria al Mimit, Fausta Bergamotto. Che non sia”affidabile”, il gruppo casertano dei fratelli Civitillo,”lo hanno testimoniato anche questa mattina- continua il segretario provinciale Fiom-i lavoratori della ex Fib Sud( che erano sotto la Prefettura a protestare, insieme a quelli dell’Asidep e, appunto, di IIA,ndr). Seri, sul nostro territorio, ha fatto danni: è stato qui, lo ha saccheggiato, ha sfruttato le finanze pubbliche ed è scappato di notte. I lavoratori sono ancora in attesa di aver visto riconosciuto il Tfr”. Per questo, la Fiom”non ha nessuna intenzione di mollare e andrà fino in fondo”.  “Non si conosce il piano industriale dei Civitillo, ma se è quello annuncitato in precedenza- aggiunge ancora il sindacalista, megafono in mano-si capisce che non è credibile. Perché prevede solo produzione di pianale e fornitura di batterie”. Il prossimo passo, secondo la Fiom provinciale,”sarà quello di una convocazione, che ci aspettiamo nell’immediato e, soprattutto-conclude Giuseppe Morsa-che Leonardo fermi la trattativa”.