Il governo chiude in tutto il paese ogni attività produttiva che non sia strettamente necessaria

0
1491

“Non dobbiamo nascondere la realtà che è sotto i nostri occhi. La crisi più difficile del paese dal secondo dopoguerra. In questi giorni siamo chiamati a immagini durissime. Quelle che perdiamo sono storie di famiglie che perdiamo. Sono consapevole delle misure severe. Ma non abbiamo alternative. Dobbiamo resistere. Penso a chi rischia di più: medici, infermieri, forze armate, commessi, farmacisti, auto-trasportatori, lavoraoti dei servizi pubblici e dell’informazione. Donne che compiono ogni giorno un atto di grande responsabilità. Un atto d’amore. Oggi nuovo passo: Il governo chiude in tutto il paese ogni attività produttiva che non sia strettamente necessaria, e che non serva a garantire servizi essenziali. Abbiamo stilato. una lista dettagliata…. Continueranno a essere aperti supermercati e farmacie. Invito tutti a tenere massima calma. No code. Assicureremo anche attività come trasporti. Rallentiamo il motore produttivo del paese. Misura necessaria oggi per contenere la diffusione dell’epidemia”.

Queste le parole del Premier Conte in conferenza stampa straordinaria.