“Il Piemontesismo e la burocrazia in Italia dopo l’unità”: a Napoli l’ultimo lavoro di Fagnano

0
415

Esce in questi giorni il nuovo libro di Enrico Fagnano IL PIEMONTESISMO E LA BUROCRAZIA IN ITALIA DOPO L’UNITA’ (Il Sud dopo il 1860, i quaderni, 2023, anche e-book), cha fa seguito a LA STORIA DELL’ITALIA UNITA Ciò che è accaduto realmente nel Sud dopo l’Unità, uscito due anni fa (Amazon, 2021).

Dopo il 1860 il Piemonte trasferì velocemente le sue leggi agli Stati italiani conquistati. Questo fenomeno prese il nome di Piemontesismo e l’autore riporta numerose testimonianze di politici e storici dell’epoca che ne parlano, mettendo in luce le sue conseguenze estremamente negative per il nuovo Paese. Con la cosiddetta legge Lanza nel marzo del 1865 vennero estesi al resto della nazione anche gli ordinamenti amministrativi sardi, che erano di gran lunga i più arretrati dell’epoca. A questo proposito nel saggio ‘Di chi è la colpa’ (pubblicato nel 1866) Pasquale Villari dice: ‘Con un’amministrazione lenta, pedantesca, intricata e tenacissima delle sue vecchie tradizioni, si trovavano a condurre le cose d’Italia coloro che avevano appena saputo amministrare il Piemonte’. Il danno fu enorme e la burocrazia del nuovo Stato presto si ritrovò nella più totale confusione. Quegli ordinamenti ‘lenti, pedanteschi e intricati’, però, hanno attraversato tutto l’Ottocento, hanno attraversato il Fascismo e sono arrivati fino ai giorni nostri. È’ evidente, quindi, a cosa siano dovuti oggi i ritardi della nostra burocrazia e la sua particolare complessità. Di tutto questo parla Enrico Fagnano nel suo nuovo lavoro, acquistabile per il momento esclusivamente su Amazon.

La presentazione si terrà il 24 febbraio a Napoli, alle ore 17, in via Ottavio Caiazzo, Traversa piazza Medaglie d’oro.