Il Prc: il forum sull’eolico? Una passerella delle aziende

La federazione irpina sull'iniziativa di Legambiente ad Avellino. Della Pia: ci siamo trovati di fronte ad un vero e proprio spot per l'eolico e le aziende del settore, più che ad un forum in cui si discutessero le istanze dei territori e dei cittadini colonizzati da vent'anni di eolico selvaggio

0
560

«Una passerella delle aziende del comparto eolico, i cui interventi oltre a magnificare la virtuosità del loro operato hanno rimarcato l’ineluttabilità del processo di costruzione di nuovi impianti nella nostra provincia».

Il segretario della federazione irpina del Prc, Tony della Pia, giudica negativamente l’iniziativa sull’eolico tenuta oggi in città da Legambiente: «Gli accenni ai disagi delle popolazioni rispetto all’assalto dell’eolico selvaggio, all’impatto sull’agricoltura e alle rlscarse ricadute sull’economia che non hanno certo invertito la tendenza allo spopolamento, sono state lasciate ai timidi interventi dei pochi sindaci presenti.
Non da ultimo, le mirabolanti promesse di nuovo lavoro per i giovani, che in questi anni è stato comunque irrisorio, con il solito ricatto che più volte il Sud e questa provincia hanno dovuto subire, ovvero lavoro in cambio di devastazione ambientale».

Pollice verso, dal Prc, anche a Legambiente, «che con la sua reputazione di storica associazione ambientalista, ha messo il sigillo alle mire delle multinazionali dell’eolico sui nostri territori, mostrando esplicito consenso anche al fotovoltaico a terra e all’agrifotovoltaico. Ci siamo trovati di fronte ad un vero e proprio spot per l’eolico e le aziende del settore, più che ad un forum in cui si discutessero le istanze dei territori e dei cittadini colonizzati da vent’anni di eolico selvaggio.
Noi continueremo ad opporci, al fianco dei comitati, dei cittadini e delle ammimistrazioni locali che provano a resistere a questo assalto, consapevoli che la transizione energetica non può avvenire con il profitto di pochi e a spese dei più deboli».