Il violoncello di Ludovica Rana di scena a Biogem Musica

0
207

Lo strumento, un Claude-Augustin Miremont del 1870, sarà suonato nell’Aula Magna ‘Emanuele’ dell’Istituto irpino, sabato 10 febbraio alle 19.30, accompagnato dal pianoforte di Maddalena Giacopuzzi, nell’ambito della rassegna ideata e diretta dal maestro Nazzareno Carusi e dedicata allo scrittore e storico della musica Paolo Isotta. Il collaudato duo, in scena in ambito nazionale ed internazionale dal 2018, propone l’esecuzione di brani di Gustav Mahler, Richard Strauss ed Alexander von Zemlinsky.

Per Ludovica Rana, sorella della celebre pianista Beatrice, protagonista nel concerto inaugurale di Biogem Musica, si tratta di un ritorno ad Ariano Irpino, dove si era già esibita in occasione del meeting ‘Le 2ue Culture’ del 2021. Risale all’anno successivo la pubblicazione, in duo proprio con Maddalena Giacopuzzi, del cd ‘Affresco Italiano’, con musiche di Busoni, Cilea e Martucci, consacrazione definitiva di una formazione che unisce idealmente il Paese, dal Salento di Rana al Veneto di Giacopuzzi.
Provenienti entrambe da famiglie vocate alla musica e formatesi in prestigiose accademie, con maestri del calibro di Enrico Dindo e Giovanni Sollima per Ludovica Rana e di Cristiano Burato e Benedetto Lupo per Maddalena Giacobuzzi, le due musiciste alternano alle attività del duo una brillante carriera concertistica individuale. In questa veste, sin dalla più giovane età, hanno calcato scene prestigiose in ambito nazionale ed internazionale.