Inaugurazione anno giudiziario, Nordio: “Giustizia già più rapida”

0
297

Si è tenuta questa mattina dalle ore 11 nell’Aula Magna della Corte Suprema di Cassazione la solenne cerimonia di inaugurazione dell’anno giudiziario, alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e delle più alte cariche dello Stato. Intervenuto il Presidente del Consiglio Nazionale Forense, l’avvocato Francesco Greco, il ministro della Giustizia, Carlo Nordio e la Prima Presidente della Corte di Cassazione Margherita Cassano.

“L’anno appena trascorso ha visto l’intera magistratura sia ordinaria che onoraria impegnata nel dare attuazione alle riforme del processo civile e penale varate nel 2022. Si è trattato di uno sforzo corale animato da alta tensione ideale, da grande senso di responsabilità, da scrupolosa attenzione agli aspetti organizzativi quale componente essenziale della cultura del magistrato”. È quanto afferma la Prima Presidente della Corte Suprema di Cassazione, Margherita Cassano nel suo intervento alla cerimonia di inaugurazione dell’Anno giudiziario.

>”La rapida successione di leggi, soprattutto se ispirate da logiche settoriali, determina i presupposti di possibili incoerenze del sistema complessivo e pesanti ricadute sul funzionamento della giustizia, attesa la stretta interdipendenza esistente tra regole sostanziali e processuali e modelli organizzativi proiettati a garantire la corretta e utile celebrazione di processi nell’osservanza dei diritti fondamentali” ha detto ancora Cassano.

“In quest’anno siamo chiamati afferma Nordio- a consolidare un’inversione di tendenza, proseguendo in quel profondo processo riformatore che lei signor presidente ha più volte sollecitato. Ora gli effetti cominciano a manifestarsi, in termini di abbattimento dell’arretrato e di riduzione dei tempi di definizione dei processi” ha continuato Nordio, rivolgendosi a Mattarella. Per Nordio, questo sarà l’anno giudiziario: “Delle conferme delle opportunità che abbiamo di entrare in una nuova fase in cui la giustizia è forza motrice di una rinnovata crescita del Paese”.