Incendi boschivi, le denunce dei Carabinieri Forestali a Pietrastornina

0
505

Rimane alta l’attenzione dell’Arma in tema di prevenzione e repressione
degli illeciti in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro, ancora troppo
sovente scenari di incidenti le cui conseguenze sono rese maggiormente
tristi dal fatto che il più delle volte risultano corollario del mancato
rispetto di normative e procedure di sicurezza.

Nell’ambito di una campagna nazionale di controlli mirata al contrasto del
furto e commercializzazione illecita dei prodotti legnosi (“illegal
logging”), i Carabinieri della Stazione Forestale di Summonte hanno
denunciato in stato di libertà due persone, ovvero il titolare ed un
dipendente di una ditta boschiva, sorpresi dai militari durante l’esecuzione
di un taglio all’interno di un bosco di proprietà privata nel comune di
Pietrastornina.

Il titolare dell’impresa, dalle verifiche effettuate, risultava non aver
redatto il Documento di Valutazione dei Rischi ed il Piano Operativo della
Sicurezza (documenti obbligatori, in base alle prescrizioni del Testo Unico
delle norme sulla sicurezza nei luoghi di lavoro, D. lgs, 81/2008).
L’operaio veniva invece denunciato perché intento alle operazioni di taglio,
senza indossare il casco protettivo né alcun altro dispositivo prescritto.