Incidente A30, neanche il piccolo Mourad ce l’ha fatta

Il bambino aveva solo otto anni. Sale a tre il numero delle vittime, tutti minorenni, del tragico impatto all’altezza dello svincolo di Mercato San Severino

0
914

Un’altra terribile notizia. Sale a tre il numero delle vittime del tragico incidente avvenuto nel tardo pomeriggio del 15 maggio scorso sulla A30 Caserta Salerno all’altezza dello svincolo di Mercato San Severino.

Questa mattina al Ruggi di Salerno è deceduto anche il piccolo Mourad Boulila, il bimbo di 8 anni fratellino di Jemila, la 14 enne deceduta sul colpo nell’impatto in cui ha perso la vita anche il fidanzatino di 16 anni, Rosario Langella.

Il piccolo Mourad era rimasto gravemente ferito ed era stato sottoposto a due delicati e difficili interventi chirurgici ai cui esiti erano legate le speranze di vita. Resta ricoverata anche la madre Giusy mentre il padre, Hedi Boulila, non ha riportato ferite gravi.

Nell’inchiesta aperta per far luce sulla dinamica del terribile incidente, che ha coinvolto la sola vettura su cui viaggiavano in cinque, si fa sempre più strada l’ipotesi che l’incidente sia stato provocato dallo scoppio di un pneumatico.