Indebita percezione di finanziamenti: denunce e sequestri in Alta Irpinia da parte della Guardia di Finanza

0
388

I Finanzieri della Tenenza di Sant’Angelo dei Lombardi, a seguito di attività ispettive nei confronti di 5 imprese del settore del caffè, hanno denunciato due soggetti per aver indebitamente percepito il Fondo di Garanzia per 512mila euro e sottoposto a sequestro beni mobili ed immobili.

Al termine dell’attività di indagine delegata e coordinata dalla Procura della Repubblica di Avellino, militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Avellino hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo emesso dall’Autorità Giudiziaria, fino alla concorrenza di 512mila euro di beni mobili e immobili riconducibili al rappresentante legale e amministratore di fatto di una società operante nel commercio all’ingrosso e della lavorazione del caffè, con sede in Alta Irpinia.

L’attività di polizia giudiziaria scaturisce da verifiche fiscali effettuate dalle Fiamme Gialle della Tenenza di Sant’Angelo dei Lombardi nei confronti di un gruppo di 5 imprese che hanno consentito di accertare, allo stato dell’indagine, violazioni amministrative di natura tributaria e alla normativa antiriciclaggio, anche l’indebita percezione di un finanziamento per un importo complessivo di 640mila euro di cui 512mila garantiti dal Fondo di Garanzia per le Piccole e Medie Imprese, mediante l’utilizzo e la presentazione di dichiarazioni non veritiere.

L’attività si inserisce in un contesto investigativo volto al monitoraggio e prevenzione dei comportamenti che pregiudicano il corretto impiego delle risorse destinate agli investimenti e alla crescita produttiva in diversi settori economici della provincia di Avellino, anche grazie alla proficua collaborazione dell’Agenzia delle Entrate, e alla sottoscrizione di uno specifico protocollo d’intesa stipulato tra il predetto Ente, la Procura della Repubblica di Avellino ed il Comando Provinciale Guardia di Finanza di Avellino.