La Camera del lavoro di Baiano riparte nel ricordo di Raffaele Lieto

0
902

La Camera del lavoro di Baiano riparte nel ricordo di Raffaele Lieto. La cerimonia di intitolazione si è svolta stamattina a via Diaz, alla presenza del Segretario Generale della Cgil Avellino, Franco Fiordellisi, con il Segretario Generale Cgil Campania Nicola Ricci, i Sindacalisti Cgil Nazionale Franco Martini, Andrea Montagni, amministratori locali, il sindaco di Baiano Enrico Montanaro.

Alla presenza della Famiglia Lieto è stata scoperta la targa di intitolazione della sede che vuole ricordare l’impegno e militanza del sindacalista, scomparso il  Ottobre 2022.
Raffaele Lieto, è stato sindacalista e sin dalla giovanissima età tra gli attivisti e dirigenti Camera del Lavoro di Baiano.
Nel 1973, di ritorno dalla Germania dove era emigrato seguendo il padre e dalla Valsesia poi, dove con il compagno di partito e sindacato Angelo Napolitano lavorò come operaio in una fabbrica elettromeccnica, svolse l’attività sindacale della Cgil nel suo paese coordinando le attività agricole bracciantili, insieme con altri compagni.

Negli anni ’70 e sino a metà anni ’80  si è battuto per i diritti delle e dei braccianti agricoli da dirigente della Federbraccianti; in seguito ha ricoperto il ruolo di segretario Generale Filcea Avellino il sindacato dei chimici conciari,  avviando battaglie di tutela della salute e del lavoro sia nel distretto conciario Solofrano che nella vicenda della ex Isochimica di Avellino. Con l’intitolazione della sede di Baiano si è inteso fare un doverso tributo alla storia di un dirigente sindacale di alto profilo, «che ha ricoperto ruoli apicali in momenti cruciali con passione, dedizione, abnegazione, onorando con le sue scelte questa nostra comune casa rossa, la Cgil», come ha tenuto a sottolineare il segretario Fiordellisi.