La Camera di Commercio guidata da Oreste La Stella sempre più determinata affronta il Vinitaly 2019

0
2748

Il presidente La Stella punta ai mercati esteri sotto un unico marchio per il turismo.

Appuntamento consolidato nei decenni, quello dell’ Irpinia al Vinitaly. Una squadra sempre più ampia rappresenta il territorio in questa competizione internazionale a Verona. Il padiglione B “Irpinia” nel suo ampio spazio di oltre 2000 metri quadrati, per questa edizione che ci svolgerà dal 4 al 7 aprile, conta novanta espositori di cui, 83cantine, 3 distillerie, 3 consorzi e una rete d’impresa. La Stella, afferma con orgoglio che i nostri vini docg sono una straordinaria presentazione per l’Irpinia che vuole guardare a uno sviluppo di enoturismo totale. Inoltre, pone l’accento sull’indiscussa qualità dei prodotti tipici e le relative aziende e cantine di notevole valore.

“La sfida è oltrepassare le divisioni e arrivare a un brand unico dell’Irpinia, sono anni – aggiunge critico La Stella – che si parla di turismo, ma mi sembra che, di là delle parole e dei proclami, siamo ancora fermi, alla partenza. La Camera di Commercio è pronta a mettere le sue risorse e le sue competenze a disposizione di un progetto complessivo di lungo respiro”.

Nel corso della conferenza stampa, della mattinata è stata illustrata, la nuova guida delle Cantine “Irpinia goccia a goccia”, che l’Ente camerale presenterà durante il Vinitaly 2019. Progetto editoriale immaginato e realizzato per dare un quadro completo sulle realtà produttive in provincia e sui principali attori del settore enologico.

Le sorprese a “Piazza Irpinia”, l’area eventi dedicata, saranno tante, come la presentazione della prossima edizione CiakIrpinia, che coinvolge il Consorzio dei Vini D’Irpinia, al fine di promuovere brand Irpinia in tutte le sue peculiarità culturali, legate al cibo, al vino, alle persone e al Territorio.

Vinitaly è soprattutto momento di affari e, infatti, la comunità Irpinia sarà presente al progetto di Incoming Vinitaly 2019 per operatori esteri, messo a punto dall’ente VeronaFiere in collaborazione con l’ICE, nell’ambito del piano straordinario “Made in Italy”. Confermato anche il format Taste4Test, al servizio dei produttori che vogliono e possono incontrare, stampa del settore o esperti con i propri vini.

E per non lasciarsi presto la sera, come da qualche anno, l’atteso appuntamento “Irpinia Wine Night” fuori fiera, che quest’anno vedrà la partecipazione dello chef campano Andrea Aprea due stelle Michelin, per dare vita al matrimonio perfetto del Vino e del Cibo con le sue creazioni e i nostri gioielli.