La Cgil per Amatrice, Fiordellisi: rompere la cappa del silenzio

0
411

 

E’ partita sabato scorso la maratona di solidarietà lanciata dalla Cgil di Avellino. Un appello che ha coinvolto il mondo della cultura, le amministrazioni locali, le associazioni irpine, cittadini comuni per sostenere le popolazioni colpite dal sisma nelle Marche e nel Lazio. Una serata nel segno di riflessione, musica e solidarietà, nel centro sociale di Sant’Angelo dei Lombardi. Ad introdurre l’appuntamento il dibattito sulle “Tracce di memoria", con Franco Fiordellisi (CGIL Avellino), Rosa Anna Repole (sindaco di Sant’Angelo dei Lombardi), Mimmo Giugliano (CGIL), Antonio Pignatiello (direttore artistico). E’ stato Fiordellisi a sottolineare come l’iniziativa nasca dalla volontà di offrire un sostegno alle popolazioni colpite dal sisma, a partire dalla rinascita dei luoghi destinati alla cultura, biblioteche, musei, gallerie d’arte, teatri, nella convinzione che siano fondamentali per ricostruire il tessuto di una comunità. ““Consideriamo la prima serata dell’iniziativa "Cgil e artisti locali per Amatrice" – spiega Fiordellisi – come un debutto e una prima esperienza di prova per le serate successive. Gli artisti hanno dato una grande testimonianza della loro professionalità, e considero un valore poter offrire non solo un palcoscenico, ma uno spazio pubblico a giovani che con le proprie forze si mettono in gioco, per convogliare su una tematica come quella della solidarietà. Lo scopo per il quale abbiamo organizzato questo evento è importante, ma non risulta facile farlo passare attraverso le amministrazioni e tra la gente. E’ questa la nostra sfida. Rompere la cappa di silenzio, che spesso aleggia sulla tematica della solidarietà, riconquistare la fiducia della comunità. Per questo, già da oggi, puntiamo su sabato prossimo 22ottobre, la serata che si terrà a Calitri nell’Ex Casa dell’Eca, un luogo centrale della comunità, utilizzato in passato come ancora oggi per dare spazio a dibattiti e iniziative che sono centrali nella vita delle comunità”.
Ad impreziosire la serata un reading di poesia e musica con Luigi Bellino, Franco Cafazzo, Rita Labruna e Alfonso Nannariello che hanno ripercorso la tragedia dell’80. Quindi spazio allo spettacolo con iMakardìa, gli SS91 di Vallata, i Canta Social di Montefalcione e lo stesso Antonio Pignatiello, sempre più lanciato nel panorama musicale nazionaleThe Irpinia Sessions Band. La maratona di solidarietà della Cgil proseguirà il 22 ottobre alla casa dell’ECA diCalitri, il 29 ottobre al Teatro Comunale di Lacedonia, il 4 novembre al centro sociale di Piano diMontoro, il 5 novembre al castello ducale di Bisaccia, il 6 novembre all’ex fornace di Sant’Andrea di Conza, il 19 novembre al centro Asi di Solofra, il 23 novembre al centro sociale di Lioni, il 26 novembre al centro sociale di Montella.