La Claai Avellino valorizza le imprese del turismo alla Bit di Milano

0
235

Avellino- La C.L.A.A.I. Associazione di imprese artigiane e Pmi ha raccontato l’Irpinia a Milano. Si è appena conclusa la tre giorni della Borsa Internazionale del Turismo di Milano, dove la rete di lavoro Claai Avellino ha spalancato una finestra negli spazi del padiglione
Campania. L’associazione irpina conquista stakeholders e operatori di settore di tutto il mondo e porta a casa un risultato senza precedenti, in termini di immagini e nuove relazioni.
Lo staff qualificato attraverso il disk allestito a Milano si è impegnato ad illustrare a privati e
operatori del settore – tra agenzie di viaggio e tour operator- una rosa di proposte e una gamma di offerta turistica inedita, tesa ad accendere i riflettori sulle aree interne della Campania e quindi a catturare ulteriori quote di turisti. La C.L.A.A.I. si è presentata coni suoi servizi e le sue aziende associate, tra cui l’agenzia di viaggio che ha messo a punto delle proposte declinate sull’Irpinia.
Sono stati illustrati pacchetti di week end all’insegna della cultura, della natura e dell’offerta
enogastronomica. L’agenzia Able to travel specializzata in turismo accessibile ha catturato
l’attenzione di molti visitatori e l’interesse di diversi amministratori locali presenti nell’area talk come i sindaci di Monteverde e di Santa Lucia di Serino.
Tra gli associati che hanno delegato la promozione delle attività alla C.L.A.A.I. direttori e gestori di alcuni musei irpini, come il Museo Archeologico di Carife delle Civiltà Preromane della Baronia, per cui è stata illustrata la possibilità di realizzare lavoratori didattici con la partecipazione di aziende del territorio. E’ stato presentato il Museo delle maschere e del carnevale di Montoro, il Museo Umberto Nobile di Lauro. Moltissimi visitatori sono stati affascinati da questa tipologia di siti museali poco noti al grande pubblico e al turismo di massa.
L’impegno del direttivo Claai Avellino si è concretizzato nella promozione e
valorizzazione di luoghi ancora inesplorati che custodiscono però l’autenticità delle radici e dei valori che contraddistinguono la vita lenta delle piccole comunità. Hanno ben rappresentato la possibilità di scoprire bellezze naturali e paesaggistiche che incontrano il nuovo target di turisti esploso a seguito della pandemia. Infatti i pacchetti predisposti dall’associazione Heraion presieduta da Emilia Bonaventura per le aree interne hanno riscosso un notevole successo per i tour operator.
Per questo il desk Claai Avellino ha catturato l’interesse dell’attrice napoletana Marisa Laureto e dell’assessore regionale al turismo della Campania Felice Casucci.
All’interno dell’operazione di valorizzazione complessiva hanno trovato spazio e opportuna
visibilità tutte le aziende collegate alla Claai Avellino. Come ad esempio l’azienda Maya di Santa Lucia di Serino, che si occupa di eventi e wedding, di giovani imprenditori che hanno aperto un relais a Bagnoli Irpino comprensivo di spa e piscina; l’azienda vitivinicola Ponterotto con i suoi vini, il Lupo Pub Bistrot di Avellino di Stefano Scarpato, Paola Bruno fotografa documentarista che ha contribuito con le cartoline su Avellino, Irpinia Made, Ceramiche Vietri di Montoro, la Farmacia Bistrot di Monteforte Irpino. Tutte aziende che la Claai Avellino intende promuovere al prossimo appuntamento della Borsa Mediterranea del Turismo.