La danza classica tra arte e scienza alle Due Culture di Biogem

0
477

Sarà un convegno di presentazione del libro della professoressa Flavia Pappacena ‘La danza classica tra arte e scienza’ il primo appuntamento settembrino delle ‘Due Culture’ di Biogem. L’evento, in programma, lunedì pomeriggio, a partire dalle ore 18:00, può contare sulla partecipazione dell’autrice del testo, accompagnata dal suo curatore Valerio Basciano, e, a seguire, prevede un’esibizione a tema della matematica e danzatrice acrobatica, Erica Occhionero.  La serata terminerà con un ‘dialogo a due voci’, tra la viola di Andrea De Martino, e il violino di Riccardo Zamuner, su musiche di Bach, Mozart, Sibelius, Haendel, Halvorsen, a sancire un avvio spumeggiante per un mese intensissimo sul fronte della convegnistica a Biogem.
Pubblicato per la prima volta nel 2014 e giunto alla terza edizione, ‘La danza classica tra arte e scienza’ propone un originale percorso di conoscenza dove concetti teorici, aspetti stilistici e problematiche tecniche sono affrontati con uno sguardo trasversale. Nel testo – anticipa il professore Basciano – l’ispirazione ai grandi maestri del passato e i numerosi riferimenti alle arti visive e all’anatomia sono accompagnati da un ricco corredo iconografico, che comprende oltre 400 illustrazioni (molte a colori), selezionate tra disegni, stampe d’epoca, immagini d’archivio e fotografie didattiche, realizzate appositamente’’.
‘’Dalle tavole anatomiche di Andrea Vesalio (1542) ai dipinti di Raffaello, dai disegni di Leonardo Da Vinci ai figurini del manuale di danza di Agrippina Vaganova, tutto – nota infine Basciano – parla al lettore con un linguaggio vivo e diretto, che si traduce, nel danzatore, in una esecuzione consapevole e densa di conoscenza’’.