La disabilità oltre il pregiudizio, studenti protagonisti nel segno dell’inclusione

0
478
L’istituto comprensivo Di Meo di Volturara alla ribalta al concorso “La disabilità oltre il pregiudizio”, promosso dal Csv Irpinia Sannio con l’obiettivo di educare le nuove generazioni al rispetto dell’altro, nel segno dell’inclusione. Questa mattina la cerimonia di premiazione presso l’Hotel de la Ville di Avellino. L’Istituto si è classificato primo con la produzione del video “Un diversamente abile può…”. Grande la soddisfazione della dirigente Emilia Di Blasi “Un grazie di cuore agli alunni della classe quarta A di Montemarano e alle loro maestre che oggi hanno reso il nostro Istituto ancor più orgoglioso del lavoro che porta avanti da anni. La nostra scuola è questa, a passo con i tempi, ma attenta alle “fermate” che ognuno deve fare nella propria vita, così da respirare ed apprezzare quei principi sani e irrinunciabili insiti (ma, a vote, facilmente dimenticati) nell’ essere umano”.
Tra gli istituti premiati anche l’Ic Palatucci di Montella, l’Istituto superiore De Sanctis di sant’angelo dei Lombardi, l’istituto superiore Amatucci e il De Sanctis-D’Agostino di Avellino, l’istituto Rampone di Benevento. A introdurre l’incontro Raffaele Amore, presidente del CSV Irpinia Sannio ETS e il presidente della Provincia Rizieri Buonopane. A confrontarsi Pasquale Orlando, consigliere del CSV e presidente della commissione del Concorso “La disabilità oltre il pregiudizio”, e Giovanni Esposito, coordinatore regionale Campania MID – Movimento Italiano Disabili, Maria Cristina Aceto del Csv. E’ stato quindi Arturo Mariani, autore, coach, formatore ed atleta disabile a sottolineare come “Non è corretto parlare di diversa abilità. Preferisco parlare di pro abilità, ciascuno ha talenti e qualità unici e speciali. Tuttavia, finiamo sempre per porre l’accento su ciò che manca piuttosto che su ciò che abbiamo. E’ il nostro sguardo a dover cambiare”