La fuga dalla guerra, il parto al Moscati: mamma ucraina e la piccola Olga accolte da “Quipus Onlus”

0
472

Mamma urcraina in fuga dalla guerra da alla luce la sua piccola Olga all’ospedale Moscati di Avellino. La piccola venuta alla luce lo scorso martedì nel reparto di ostetricia guidato dal dottore Elisiario Struzziero, pesa 3 chili e 300 grammi ed è in ottima salute come la sua mamma. Venerdì la piccola Olga ha lasciato il reparto di ginecologia, e con la sua mamma ha raggiunto la casa di accoglienza della cooperativa “Quipus Onlus”, che sta ospitando mamme con minori fuggite dalla guerra in Ucraina.
La Cooperativa, sempre in prima linea e attenta alle problematiche sociali, gestita da Salvatore Mauriello e dalla Dott. Ssa Troise Rosa, anche in questo caso ha messo in campo tutta la loro esperienza e sensibilità.
Il tutto viene seguito minuziosamente dall’Educatrice Maria Grimaldi che ha accompagnato la mamma della piccola Olga anche sotto l’aspetto psicologico. “Un ringraziamento – dice l’educatrice Grimaldi- va alle ostetriche dell’Ospedale Moscati di Avellino e alla mediatrice culturale per la professionalità e la disponibilità. L’augurio più grande va alla piccola Olga e a sua mamma che possono riunirsi in un unica famiglia nella loro amata Ucraina”.