La presentazione del Carnevale di Montemarano

0
801

Dal 21 al 25 febbraio, 29 febbraio e 1 marzo: sono le date di uno degli eventi più attesi d’Irpinia, espressione di storia, cultura, folklore, tradizione millenaria.
È il Carnevale di Montemarano, evento promosso dal Comune di Montemarano e co-finanziato dalla Regione Campania nell’ambito del POC Campania 2014-2020, con la direzione artistica di Roberto D’Agnese e con la collaborazione delle Associazioni del territorio, Associazione Pro Montemarano, Associazione Proloco 2.0, Associazione Amo
Montemarano, Associazione Scuola di Tarantella Montemaranese, Misericordia di Montemarano, che anche quest’anno colorerà un pezzo d’Irpinia con numerosi momenti in programma.
Si comincia il 21 febbraio con il Carnevale delle Culture e il concerto degli Alla Bua; il 22 febbraio incontro sul tema “Montemarano e il suo Carnevale, tradizioni e radici”, il “Caporabballo d’argento”, lezioni di tarantella e “O vanto e sfida”, sfilata in notturna per le vie del paese. Il 23 febbraio la Sfilata dei bambini con il gruppo folkloristico Zompa Cardillo dell’associazione Pro Montemarano, con i bambini della scuola dell’infanzia, primaria, secondaria dell’istituto comprensivo “Di Meo” e del Centro per l’infanzia comunale di Montemarano.
Sempre il 23 febbraio apertura del Carnevale con il saluto del sindaco Benianimo Palmieri e le tradizionali sfilate dei cortei mascherati per le vie del paese. In serata esibizione dei Simpatici Italiani. Il 24 febbraio tradizionali sfilate dei cortei mascherati per le vie del paese e in serata esibizione dei Simpatici Italiani. Il 25 febbraio lezioni di tarantella, sfilate dei cortei mascherati e serata danzante con “La musica montemaranese di Achille D’Agnese & C. Sas”. Il 29 febbraio Carnevale delle Culture con il concerto dei Cantori di Carpino. Per finire, l’1 marzo lezioni di tarantella, Carnevale morto con corteo funebre di Carnevale e lettura del testamento, e serata danzante con “Melodia mediterranea” e tradizionale rottura della pignata.
In occasione del Carnevale Montemaranese, oltre ai ristoranti del paese sarà allestita la “piazza del gusto”, munita di tensostruttura riscaldata, con le tipicità enogastronomiche locali. Sarà inoltre possibile visitare il Museo civico etnomusicale “Celestino Coscia ed Antonio Bocchino” ed il Museo dei Parati Sacri.