La profezia di Oriana

0
452

 

Viviamo la precarietà come una tragedia. L’ondata di terrorismo islamico che si abbatte in ogni parte del pianeta ci obbliga al conteggio delle morti innocenti. Il conflitto si espande. Non riguarda solo i paesi delle guerre eterne (Iran- Irak), ma condiziona anche paesi, europei e non, che fino ad un solo minuto prima ritenevano di essere inattaccabili, immuni da ogni intenzione terroristica. La follia omicida ci fa guardare con sospetto anche chi, in fuga dalla miseria o da lotte intestine, chiede rifugio nel nostro paese in cui non mancano preoccupanti segnali di razzismo. E’ saltato l’equilibrio mondiale e si va lentamente avverando la profezia di Oriana Fallaci. Quando la espose fu ritenuta un’oltranzista alla ricerca di notorietà. Non ne aveva bisogno e tuttavia ci fu un generale crucifige. La sua intuizione oggi corrisponde ad un’amara verità. Nelle sue parole profetiche c’è il messaggio di una tragedia annunciata, di una follia religiosa che condiziona la vita dei popoli. Ci si chiede oggi come affrontare questo pericolo. Certo, occorrono la collaborazione e la solidarietà dei Servizi segreti. Ma non basta. Sono i popoli a dover difendere i propri valori. Emarginando i rivoli del male e riscoprendo il valore della Pace.
edito dal Quotidiano del Sud

di Gianni Festa