La strana alleanza

0
1124

Il matrimonio di interessi fa scomparire lapolitica. Così si potrebbe leggere il voto amministrativo nei tredici comuni irpini. In particolare a Solofra e ad Atripalda. Realtà in cui Pd e Udc hanno portato avanti una strana alleanza. Perchè strana? Perchè nell’uno e nell’altro caso il manovratore è stato sempre lo stesso: Ciriaco De Mita, indomito condottiero delle alleanze trasversali. Gli è possibile perchè sulla scena trova spalle sempre disponibili a seguire i suoi ragionamenti. A Solofra l’ex sen. De Luca, ad Atripalda, una miscela tra nostalgia e ambizioni. Niente di peccaminoso se non fosse che Pd e Udc in Irpinia sono in eterna lotta. Anzi, di più. Come dimenticare che per il leader di Nusco il Partito democratico non esiste? E’ quasi scomparso il centrodestra presentatosi frammentato in liste civiche. Ci ha provato il Movimento 5 Stelle a cercare un’affermazione. Ma per loro è stato un flop. Ormai il voto è alle spalle. Si guarda al futuro. Alla città capoluogo anzitutto che andrà alle urne fra meno di un anno. In questo lasso di tempo si dovrà svolgere il congresso del Pd, si sperimenteranno nuove alleanze a sinistra, con possibili altre strane alleanze. E’ il trionfo dell’opportunismo di una politica senza pensiero.

edito dal Quotidiano del Sud

di Gianni Festa