Lacci in acciaio per la caccia ai cinghiali, la scoperta

0
789

I Carabinieri della Stazione Forestale di Cervinara, nell’ambito di servizi di perlustrazione mirati al contrasto del bracconaggio, rinvenivano in località montana del Comune di San Martino Valle Caudina, quattro lacci a cappio in acciaio ancorati a degli alberi di quercia, utilizzati per la cattura di cinghiali.

Essendo tali strumenti di caccia vietati dalla normativa vigente, si è configurata la violazione alle “Norme per la protezione della fauna selvatica omeoterma e per il prelievo venatorio” previste dalla Legge 157/1992.

Quanto rinvenuto è stato sottoposto a sequestro ed è stata notiziata la Procura della Repubblica di Avellino del reato commesso da parte di ignoti.

Sono in corso indagini tese all’individuazione dei responsabili.