Lacedonia riparte nel segno del teatro. Tra gli ospiti Sgarbi e Uto Ughi

0
789

L’attesa è finita! Lacedonia riparte più carica che mai per l’inizio della stagione teatrale 2022-2023. Non a caso, il primo spettacolo coinciderà con il giorno di Natale, che simboleggia la rinascita per eccellenza. Dopo quasi 3 anni di chiusura, è tanta la voglia di scrollarsi di dosso tutta la tristezza e il grigiore che la pandemia ha portato con sè. Durante questo tempo sospeso, abbiamo assistito solamente a “spettacoli” poco piacevoli, dunque è arrivato il momento di cambiare repertorio. Il cartellone degli spettacoli del teatro di Lacedonia è davvero ricco e variegato: da dicembre 2022 ad aprile 2023, per ben 18 appuntamenti, si susseguiranno artisti nazionali e internazionali, scelti grazie alla collaborazione dell’Amministrazione Comunale, la Pro-Loco “Gino Chicone” Lacedonia Aps e il Direttore Artistico Maurizio Giannetta, al quale ho posto alcune domande.

Ho notato che il cartellone della stagione teatrale è molto variegato, oltre al classico repertorio teatrale, ci sono anche concerti, cosa ha ispirato questa sua scelta?

La mia linea artistica nasce da un percorso di ricerca molto intenso che dura da diversi mesi. Le mie scelte sono da sempre distinte da un lavoro certamente di altissimo profilo culturale e sociale, ma direi che rispetta in maniera assoluta anche e soprattutto il pubblico, la storia e le attitudini del luogo a cui il mio operato si rivolge. Questo per dire che quando sono stato chiamato alla Direzione Artistica del Teatro Comunale di Lacedonia, conoscevo molto bene i miei interlocutori – gente che si prodiga da decenni a promuovere cultura e solidarietà – e conoscevo altrettanto bene anche il contesto in cui andavo a creare una Stagione Teatrale, dopo tre anni di stop per la pandemia.

 Cosa si aspetta da questa stagione teatrale?

Certamente per me è una sfida ambiziosa, coraggiosa, ma in ventiquattro ore la nostra stagione teatrale è stata paragonata a quella di una grande città: i numeri delle sottoscrizioni di abbonamenti stanno crescendo in poche ore in maniera incontrollata, come mai in passato. Certo i grandi nomi servono anche a questo, ma c’è molto altro dietro un cartellone che abbraccia tutte le arti e si rivolge a tutte le età. Il mio auspicio è avvicinare al teatro anche le giovani generazioni, e questo, senza dubbio, oltre a essere il mio auspicio, è il mio augurio più grande per tutti.

Il teatro di Lacedonia, fiore all’occhiello dell’Alta Irpinia da più di 10 anni, ha dimostrato di essere un importante punto di riferimento artistico e culturale non solo per i lacedoniesi, ma anche per i paesi limitrofi. Come sostiene il sindaco Antonio Di Conza: “L’obiettivo dell’amministrazione, in scia con la programmazione passata, è quella di dare ancora più risalto al teatro nei paesi marginali per far risplendere la bellezza della cultura. Il leitmotiv di quest’anno intende proprio celebrare il concetto di “Luce nella Bellezza”, l’essenza significante proprio del teatro che è parabola del mondo, zona franca dove si è immortali, come ebbe a dire qualche gigante di questa disciplina. Questo spirito sarà il sottostante delle interdisciplinari attività del Teatro, ovvero: la prosa, la musica, il cabaret, ma anche letteratura, illusionismo, pittura, poesia e tanto altro. Uto Ughi, Maurizio Battista, Erri De Luca, Nino Frassica, Dario Vergassola, il Sottosegretario alla Cultura Vittorio Sgarbi, Paolo Caiazzo, Francesco Cicchella sono solo alcuni dei protagonisti del cartellone che ci accompagnerà in questo viaggio emozionale”.

 

Carina Carmen Graniero