L’appello Del Corriere dell’Irpinia alla società civile Manifesto per il futuro dell’Irpinia

0
1927

L’Irpinia crolla sotto gli effetti della crisi e la politica sta a guardare. Ma noi non ci rassegniamo e abbiamo deciso di portare avanti una battaglia ideale che speriamo possa avere sin da subito un riscontro molto pratico raccogliendo le proposte che arrivano dalla società civile, dal mondo dell’ associazionismo e della cultura.
E’ una iniziativa necessaria di cui ci facciamo carico secondo quel  principio inderogabile   che vuole l’opinione pubblica pilastro della democrazia. Con il Manifesto per il futuro dell’Irpinia vogliamo dare vita ad uno spazio di discussione aperto a tutti, alimentare un dibattito senza faziosità, condividere idee da sottoporre alla buona politica.

Il Covid ha acuito la crisi economica, sociale, culturale ed esistenziale che da anni affoga l’Irpinia, aree interna, un Sud nel Sud che si spopola sempre più, che perde forze giovani, intelligenza, volontà e futuro. Terra che non offre opportunità di lavoro e neppure di vita, dove mancano infrastrutture, strade, ferrovie e stazioni, collegamenti  digitali, servizi essenziali, la sanità, gli ospedali, l’ assistenza sociale, cinema e teatri, la cultura, l’impegno civile,  la rappresentanza,  il diritto  di  partecipare ai processi politici.
Il Recovery fund dà all’Irpinia un’ ultima possibilità, ma serve un’ azione dal basso, da parte di chi ha consapevolezza e  determinazione ad  agire e  unire le migliori energie verso un progresso che non sia più solo la stanca retorica del giorno dopo.

Gianni Festa
Ivana Picariello
Antonio Picariello

Per sottoscrivere il manifesto: politica@corriereirpinia.it